ETTORE FUSCO È IL NUOVO COORDINATORE DELLA LEGA A PADERNO DUGNANO

, , (Nessun Commento)

Apprendiamo dalla pagina Facebook della Lega di Paderno Dugnano la seguente notizia:

lega

Il Consigliere di Città Metropolitana ed ex Sindaco di Opera porterà la Sezione al voto di primavera.

Paderno Dugnano, mercoledì 20 febbraio 2019. Presentato ieri il nuovo Coordinatore della #Lega alla riunione dei militanti di Paderno Dugnano a Cassina Amata. Sarà l’ex Sindaco di Opera e attuale Consigliere di Città Metropolitana Ettore Fusco a guidare il Movimento di Matteo #Salvini in pista per le elezioni di maggio con un proprio candidato alla carica di #Sindaco.
Ettore Fusco attualmente è anche vice Sindaco della sua Città, dopo due mandati da primo cittadino, con un ruolo di membro in quel Direttivo provinciale che lo ha, unanimemente, designato per questa carica tenendo conto delle capacità politiche, amministrative e strategiche mostrate in oltre trent’anni di militanza che, come lui stesso ha dichiarato appena insediatosi al coordinamento della Sezione locale, “metto al servizio degli amici di Paderno Dugnano affinché siano superati quegli attriti provocati ad arte, ma con poco successo, per indebolire una Lega con il vento in poppa che lascerà tutti dietro al vicino giro di boa delle elezioni”
La Lega si candida quindi a guidare la coalizione di #centrodestra mettendo in campo accanto all’esperienza di Gianluca Bogani, il vice Sindaco facente funzioni che si propone all’insegna della continuità amministrativa con i due mandati precedenti, un valido amministratore e stratega che ha saputo portare la Lega alla conquista di Opera quando il Carroccio viaggiava intorno al 4% dei consensi in una delle roccaforti della sinistra nel cuore del sud Milano.
“Terminata la presentazione del Coordinatore – afferma Ettore Fusco – da questo momento si parlerà solo di Paderno Dugnano: una Città a cui mi sono già affezionato e che voglio considerare la mia seconda casa fino al termine del mio compito. Sono fortunato perché ho trovato molti militanti e sostenitori motivati che portano avanti gli ideali ed i valori del Movimento per l’esclusivo interesse dei cittadini

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2315270508505472&id=775307235835148
https://www.instagram.com/p/BuLP4Bjhkx1/?utm_source=ig_share_sheet&igshid=ehnj432iwtdj

Continua a leggere →

CONDANNA DEFINITIVA PER FORMIGONI: PREVISTO IL CARCERE PER 5 ANNI E 10 MESI

, , (Nessun Commento)

formigoniLa notizia ufficiale è di ieri, giovedì 21 Febbraio 2019, ma è dalla data odierna che tutti ne parlano diffusamente.

*****************************************
AGGIORNAMENTO ULTIM’ORA
Apprendiamo da diverse fonti giornalistiche che l’ex presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni si sarebbe costituito spontaneamente nel carcere di Milano-Bollate, dopo la conferma della condanna, al fine di chiedere i domiciliari.
*****************************************

L’ex presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, accusato di corruzione nell’ambito della vicenda dei presunti fondi neri della fondazione Maugeri, è stato condannato a 5 anni e 10 mesi di reclusione (per effetto della nuova legge Spazzacorrotti) su decisione della Cassazione, dopo oltre 4 ore di camera di consiglio. Ora la decisione della Suprema Corte sarà trasmessa alla procura generale di Milano per l’esecuzione della pena.

I giudici della sesta sezione penale hanno quindi sostanzialmente confermato la sentenza che la Corte d’appello di Milano aveva emesso nello scorso settembre – con la quale per Formigoni era anche stata prevista la pena accessoria dell’interdizione perpetua dai pubblici uffici – e, al di là della dichiarazione di intervenuta prescrizione del reato sul crac del San Raffaele, hanno condiviso le conclusioni che il pg Luigi Birritteri aveva esposto nella sua requisitoria.
La Suprema Corte ha rigettato anche i ricorsi dell’ex direttore amministrativo della Maugeri, Costantino Passerino (condannato in appello a 7 anni e 7 mesi), dell’imprenditore Carlo Farina (3 anni e 4 mesi) ed ha dichiarato inammissibile quello di Carla Vites, moglie dell’ex assessore Antonio Simone, che chiedeva di essere prosciolta con una formula più favorevole rispetto a quella pronunciata nei gradi di merito.

(continua…)

Continua a leggere →

NOTTE DEGLI OSCAR: APPUNTAMENTO AL METROPOLIS

, , (Nessun Commento)

oscar-2019Domenica 24 febbraio 2019, dalle ore 22.50 all’alba di lunedì 25 febbraio 2019, Fondazione Cineteca Italiana e Sky Cinema propongono presso il cinema Area Metropolis 2.0 la proiezione in diretta da Los Angeles della Notte degli Oscar® 2019.

Nel corso della nottata il pubblico può partecipare a giochi e quiz sulla storia del cinema e sui film vincitori degli Oscar®, e vincere gadget della Cineteca, biglietti gratuiti per gli spettacoli e gustosi premi.

Ad accompagnare gli spettatori Francesco Castelnuovo che, dagli studi Sky Cinema Oscar®, commenta i momenti salienti della cerimonia insieme al Cinemaniaco Gianni Canova e ad altri ospiti d’eccezione.

Per l’occasione il Bar Marilyn resterà aperto durante tutta la notte.

(continua…)

Continua a leggere →

PROSSIMA FERMATA: PADERNO DUGNANO. SEGNALI CONCRETI VERSO IL PROLUNGAMENTO DELLA METROPOLITANA

, , (Nessun Commento)

m3In queste settimane è in corso una petizione per chiedere il prolungamento della linea 3 della metropolitana fino ai Comuni di Cormano e Paderno Dugnano. La raccolta firme è promossa da esponenti cormanesi e padernesi del centrodestra, tra cui l’ex-Sindaco e ora Consigliere Regionale, Marco Alparone, ed è possibile sottoscriverla ogni Sabato mattina presso Piazza Berlinguer, dove è posto un apposito gazebo.
Sottoscrizione che ci sentiamo di condividere.
Con il prolungamento della metropolitana ci sarà meno traffico e meno inquinamento – fanno sapere i promotori – inoltre, ne beneficerà l’economia del Nord Milano, il metrò potrà dare un impulso decisivo favorendo nuovi insediamenti produttivi”. È ciò che si legge sulla piattaforma change.org dove è possibile sostenere la petizione online.

Del prolungamento della metropolitana a Paderno Dugnano se ne parla ormai da diversi anni e non si può negare si tratta di un’idea estremamente suggestiva.
Avere la metro a pochi metri da casa significa raggiungere il centro di Milano in pochi minuti, arrivare più velocemente nelle grandi stazioni d’interscambio (Centrale e Rogoredo), una maggiore frequenza e capacità dei tragitti, meno trasbordi (in particolare con la rete Trenord), un risparmio sui biglietti e abbonamenti e, soprattutto, la possibilità di utilizzare meno l’automobile garantendo un abbassamento della congestione nelle principali arterie stradali e di conseguenza minor inquinamento, sia atmosferico che acustico.
I vantaggi sono tanti ed enormi, anche se bisogna rimanere coi piedi per terra, perché si tratta di un progetto molto difficile da realizzare nel breve periodo, ma per questo non impossibile.
L’estensione della linea 3 deve assolutamente essere vista come una strategia in ottica di sviluppo della mobilità della Città Metropolitana. Del resto, è naturale che in una prospettiva di lungo periodo la metropolitana possa prolungarsi e accedere al nostro territorio, se segue la direttrice della Comasina.

Proprio per questo motivo, nel corso degli anni, non sono mancati tentativi pratici di rendere concreta questa visione. L’estensione della linea gialla è indicata in alcuni strumenti urbanistici come l’ultimo PTCP (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale) di Milano, approvato nel 2012, e persino nel PGT di Paderno Dugnano, approvato nel 2013. Inoltre, in base a un accordo stipulato nell’Agosto del 2012 tra Regione Lombardia, le Provincie di Milano e Monza e Brianza e i Comuni interessati, era stato redatto uno studio di fattibilità sull’estensione fino al Villaggio Ambrosiano. Nell’Aprile del 2014, una mozione approvata dal Consiglio Regionale della Lombardia invitava la Giunta regionale ad inserire all’interno del programma della mobilità e dei trasporti un capitolo specifico per la mobilità dell’area metropolitana milanese, tra cui il prolungamento della M3 da Comasina a Paderno Dugnano.
La questione, forte delle istanze incombenti da parte degli amministratori locali e della cittadinanza, è tornata fortemente in auge ed è notizia di pochi giorni fa che la Commissione Bilancio di Regione Lombardia ha approvato all’unanimità un emendamento all’assestamento del bilancio regionale che consentirà il finanziamento dello studio di fattibilità per l’estensione della linea gialla, con uno stanziamento di circa 70.000 euro.

Da parte del Comune di Paderno Dugnano, l’impegno per portare la metro non è mai venuto a meno. Il primo atto ufficiale risale a Giugno del 2015, quando il Consiglio Comunale ha approvato in larga maggioranza l’ordine del giorno ad oggetto La metropolitana a Paderno Dugnano, un segno buono per la città per chiedere alla Giunta di chiedere formalmente al Comune di Milano di rivedere le proprie scelte all’interno del PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) introducendo il prolungamento della M3 fino a Paderno Dugnano e rispettare l’accordo del 2012 che prevedeva il suddetto studio di fattibilità; si chiedeva inoltre, a Regione Lombardia e Città Metropolitana di mettere in atto azioni concrete di attuazione dei documenti programmatori.
Il punto più recente in merito risale alla seduta consiliare, avvenuta durante la serata di Giovedì 19 Luglio 2018, dove si è discusso un nuovo ordine del giorno ad oggetto Prolungamento della metropolitana – linea 3 (MM3) da Milano-Comasina a Paderno Dugnano e riqualificazione rete tramviaria Milano-Limbiate, deliberando il rilancio del progetto di prolungamento, con l’obiettivo di coinvolgere formalmente lo Stato e la Giunta Regionale affinché le risorse economiche necessarie per la realizzazione del progetto siano reperite immediatamente e si possano definire tempi e modi certi per la realizzazione del risultato. Al contempo si chiede di confermare l’adesione dei Comuni al progetto di riqualificazione e potenziamento della tranvia Milano-Limbiate, impedendo ulteriori ritardi. Il punto è stato approvato all’unanimità.

Quello che si può auspicare in base a queste azioni di natura politica e tecnica, è che Regione Lombardia, Comune di Milano, ATM e Metropolitana Milanese possano considerare il prolungamento della linea verso il Nord Milano come l’occasione di riconsiderare l’intero sistema della mobilità nel nostro territorio. In maniera particolare, qualora ci fosse la reale intenzione, gli enti preposti debbono garantire nella maniera più assoluta la copertura degli investimenti per l’opera, sicuramente non poco dispendiosa. Si prenda il caso storico della tranvia interurbana Milano-Vimercate, chiusa nel 1980 con la promessa di una sostituzione con la linea 2, di cui era stata recentemente aperta la diramazione a Cologno. Ebbene, in più 30 anni la linea verde non è andata oltre Cologno e i pendolari residenti nella Brianza dell’Est la stanno ancora aspettando. Si rende quindi estremamente opportuno che lo stesso rischio non avvenga dalle nostre parti, dove è ancora in funzione la tranvia Milano-Limbiate, la cui riqualificazione è alquanto necessaria, nel momento in cui gode di finanziamenti statali a tal proposito.
Quindi, se si vuole realizzare la metropolitana è assolutamente opportuno che dall’alto vi sia la sicurezza di avere a disposizione tutte le risorse finanziarie necessarie, senza eventuali dirottamenti dell’ultima ora e che si conoscano con certezza le tempistiche dei lavori, altrimenti si rischia di perdere sia la futura metrotranvia che la metropolitana.

Continua a leggere →

NIENTE ALLARMISMI: IL CONSIGLIO COMUNALE DI PADERNO DUGNANO È SCIOLTO, MA RIMANE IN CARICA FINO ALLE ELEZIONI DEL 2019 COME PREVISTO DALLA LEGGE

, , (Nessun Commento)

1255079642683_consiglio_comunale

Il 13 Luglio è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.161 il Decreto del Presidente della Repubblica, datato 21 Giugno 2018, relativo allo scioglimento del Consiglio Comunale di Paderno Dugnano. Ora, la pubblicazione di tale decreto ha destato scalpore sul web e sui social, ma non c’è alcun bisogno di creare allarmismi: si tratta di una pura formalità. Tecnicamente il Consiglio Comunale è sciolto, ma rimarrà in carica fino alle prossime elezioni amministrative che si terranno nel 2019.

Insomma, si tratta di una normale procedura a norma di legge, infatti il decreto si richiama ai sensi del comma 1 dell’art. 53 del TUEL (Testo Unico degli Enti Locali) il quale afferma: in caso di impedimento permanente, rimozione, decadenza o decesso del sindaco, la giunta decade e si procede allo scioglimento del consiglio. Il consiglio e la giunta rimangono in carica sino alla elezione del nuovo consiglio e del nuovo sindaco. Sino alle predette elezioni, le funzioni del sindaco sono svolte dal vicesindaco.
È ciò che riguarda il caso di Paderno Dugnano, data l’incompatibilità del Sindaco Alparone in seguito alla sua elezione a Consigliere Regionale e per il quale è stata votata la decadenza della carica.
In poche parole, non c’è niente per cui preoccuparsi.

Continua a leggere →

IL VICESINDACO GIANLUCA BOGANI PRESENTA LA NUOVA GIUNTA: SIMONE TAGLIABUE AL BILANCIO, ANNA CAMPI AL COMMERCIO

, , (Nessun Commento)

A sinistra Simone Tagliabue (Neoassessore al Bilancio), al centro Gianluca Bogani (Vicesindaco), a destra Anna Campi (neoassessore al Commercio)

A sinistra Simone Tagliabue (neoassessore al Bilancio), al centro Gianluca Bogani (Vicesindaco), a destra Anna Campi (neoassessore al Commercio)

Riportiamo il seguente comunicato stampa inerente alla formazione della nuova Giunta guidata dal Vicesindaco Gianluca Bogani, dopo la decadenza di Marco Alparone dal ruolo di Sindaco in seguito alla sua elezione a Consigliere Regionale.

Ieri sera il Consiglio Comunale ha dichiarato la decadenza del Sindaco Marco Alparone a seguito della sua nomina a Consigliere Regionale della Lombardia. Come previsto dal Testo Unico Enti Locali, le funzioni del Sindaco saranno svolte dal Vicesindaco fino alle prime elezioni amministrative utili.
In virtù di questo passaggio di consegne, il Vicesindaco Gianluca Bogani ha deciso di rivedere la composizione di Giunta riassegnando le deleghe agli assessori già in carica e nominando come nuovi componenti del governo cittadino il consigliere comunale Simone Tagliabue e Anna Maria Campi.

Dal decreto sottoscritto dal Vicesindaco, la nuova Giunta risulta così composta:
-Andrea Tonello, con deleghe a: Infrastrutture, Lavori pubblici, Reti (Idriche, Fognarie e Tecnologiche), Patrimonio e l’incarico a trattare la proposta di variante parziale n.2 al Piano di Governo del Territorio;
-Giovanni Di Maio, con deleghe: Personale, Viabilità, Aziende Partecipate, Protezione Civile, Servizi Demografici e Cimiteriali;
-Arianna Nava, con deleghe a: Scuola, Cultura, Eventi, Giovani, Sport e Pari Opportunità;
-Roberto Boffi, con deleghe a: Servizi Sociali, Famiglia, Innovazione e Integrazione Sociale, Smart City e Lavoro;
-Nadia Rudellin, con deleghe a: Ambiente ed Ecologia, Educazione Ambientale, Decoro Urbano, Servizio di Igiene Pubblica;
-Simone Tagliabue, con deleghe a: Bilancio, Tributi e Trasporto Pubblico Locale;
-Anna Maria Campi, con deleghe a: Commercio e Attività Produttive.

La nuova Giunta di Paderno Dugnano al completo

La nuova Giunta di Paderno Dugnano al completo

Oggi ci assumiamo una grande responsabilità: quella di guidare la nostra città e concludere il mandato che ci hanno dato i nostri cittadini nel 2014. Il mio primo pensiero va al Sindaco Marco Alparone che è stato una guida per tutti noi in questi anni, con cui abbiamo lavorato sempre in sintonia e condiviso un’idea di città che prima di tutto sa essere una comunità di persone. Sapere che lui sarà sempre al nostro fianco e ci sosterrà in questo cammino, ci dà maggiore forza e ci sprona ancor di più a mettere in atto il programma elettorale che questa coalizione si è data quattro anni fa. Gli sono personalmente grato per la fiducia che ha avuto in me in tutti questi anni in cui mi ha voluto al suo fianco come Vice, un incarico che oggi mi porta ad ereditarne la guida dell’Amministrazione Comunale. Spero di esserne all’altezza: oggi posso assicurare che dedicherò tutto me stesso forte della comprensione della mia famiglia a cui sottrarrò sicuramente più tempo e del sostegno di tutte le componenti della maggioranza – commenta il Vicesindaco Bogani – Come tutti sanno, il Sindaco Alparone seguiva in prima persona deleghe importanti e strategiche che non potevano essere ridistribuite su altri assessori che da inizio legislatura stanno seguendo gli altri settori. Da qui la scelta di riassegnare alcune deleghe per un giusto equilibrio nei carichi di lavoro e soprattutto arricchire la squadra di Giunta con due figure che potranno dare un decisivo contributo in questo ultimo hanno di mandato. Simone Tagliabue è il presidente della Commissione Economia e quindi sin dall’inizio ha seguito e condiviso le scelte di bilancio di questa Amministrazione Comunale lavorando con gli uffici finanziari dell’Ente: per un ingresso in corsa l’ho ritenuto la persona più indicata ad assumere le deleghe al Bilancio. Anna Maria Campi è un’imprenditrice che conosco da tempo, che arriva dal mondo del commercio e delle attività produttive che hanno fatto la storia della nostra città: da lei mi aspetto soprattutto la visione di chi ogni giorno è impegnata sul campo e può trasferire in modo diretto e puntuale all’Amministrazione Comunale le esigenze di esercenti, artigiani e imprenditori padernesi. Entrambi entrano a far parte di una squadra consolidata, capace e affiatata.
Un ultimo pensiero lo rivolgo al Consiglio Comunale, a tutti i gruppi che lo compongono e che sono legittimati dal voto dei cittadini che, oltre ad aver scelto il Sindaco, hanno eletto i Consiglieri: partiamo sempre dall’ascolto e non dallo scontro, ricordandoci che il dialogo non si costruisce con le accuse e con i pregiudizi. Proviamo prima a capire, poi ognuno si prenderà le responsabilità delle sue scelte. Noi, al commissariamento, abbiamo preferito rimanere e concludere il mandato che ci hanno dato i cittadini e ogni giorno daremo il nostro meglio per riuscirci
”.

Informiamo inoltre che durante la seduta di ieri sera i Consiglieri Francesco Rienzo e Mario Mosconi del gruppo Progetto Paderno Dugnano hanno comunicato di aderire al gruppo consiliare della Lega, trovandosi in sintonia con il lavoro svolto in questi ultimi mesi.

Continua a leggere →

PISCINA DI PADERNO, GRANDE SUCCESSO PER IL TROFEO DI NUOTO DEDICATO A PINO MILONE

, , (Nessun Commento)

immagineDalla MgM Sport, la società sportiva di nuoto attiva presso la piscina Comunale di Paderno Dugnano, riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa.

Nella giornata di Mercoledì 25 Aprile si è svolto il “21° Memorial Pino Milone”, tradizionale appuntamento con il nuoto Padernese.
La Manifestazione,organizzata dalla S.S.D.Team Lombardia Nuoto MgM Sport s.r.l. in memoria di Pino, persona da sempre legata al mondo sportivo Padernese, si è svolta presso l’impianto natatorio Comunale di Paderno Dugnano.
Quest’anno l’affluenza è stata eccezionale, più di 770 presenze gara appartenenti alle categorie Esordienti e Ragazzi a rappresentare le Società partecipanti. Tantissime persone sono accorse per fare il tifo riempiendo la tribuna e la zona prato predisposta ad hoc per l’occasione. I ragazzi del Team Lombardia sono scesi in acqua per aggiudicarsi il Trofeo di casa.

La classifica finale ha visto il seguente piazzamento:
1. TEAM LOMBARDIA 721
2. IN SPORT SRL 320
3. H2SPORT 104
4. NP VAREDO 103
5. TECRI NUOTO ASD 96.5
6. AREA SPORT 93
7. SAN CARLO SPORT 86.5
8. SPORT TRAINING DUE SSD 16

Nonostante l’impianto natatorio abbia solo quattro corsie la manifestazione si è svolta in maniera eccellente e nei tempi stabiliti. I ragazzi partecipanti sono stati premiati con splendidi premi offerti dagli Sponsor che hanno supportato come sempre la Manifestazione.
Grazie al lavoro degli organizzatori e dei genitori della Squadra di casa ,che hanno partecipato attivamente all’organizzazione, questa giornata si è trasformata in un vero e proprio evento di successo.

Continua a leggere →