UN PASSO DI CIVILTÀ: IL TESTAMENTO BIOLOGICO È LEGGE

, , (Nessun Commento)

firmaSembrava destinato all’ennesimo affossamento, invece, con il via libera definitivo del Senato, il testo sul biotestamento è legge.
Da oggi possiamo dire che l’Italia, dopo tentennamenti e pregiudizi di natura ideologica, ha compiuto un grande passo di civiltà in materia di diritti civili.
Facendo una sintesi, il biotestamento riguarda il fatto che nessun trattamento sanitario possa essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero e informato della persona interessata. In seguito, viene promossa e valorizzata la relazione di cura e di fiducia tra paziente e medico il cui atto fondante è il consenso informato e nella relazione di cura sono coinvolti, se il paziente lo desidera, anche i suoi familiari.

L’approvazione da parte dello Stato era quello che aspettavamo, dopo la clamorosa bocciatura del registro comunale del testamento biologico, avvenuta lo scorso Maggio in Consiglio Comunale.
Da oggi, anche a Paderno Dugnano, abbiamo più libertà sulle questioni che riguardano le nostre scelte individuali.

Continua a leggere →

“SCHIAFFINO 7.0″: ALLIEVI 2002, TRE PUNTI IMPORTANTI!

, , (Nessun Commento)

I Primi Calci 2010 vincitori del Torneo Slam di Cormano.

I Primi Calci 2010 vincitori del Torneo Slam di Cormano.

In attesa dello spareggio di domenica prossima per l’accesso ai Regionali B, gli Allievi 2001 affrontano in amichevole la Garibaldina uscendone sconfitti di misura.
Partita insidiosa per gli Allievi regionali contro la penultima della classe Colicoderviese. Dopo il goal subito iniziale, la squadra rossonera si sblocca e porta a casa la vittoria per 3-1.

Sconfitta invece per i Giovanissimi Regionali contro la Folgore Caratese per 3-1. Il goal di Kamal non basta alla squadra del duo Berti-Taiana per portare a casa almeno un punto.
Falcidiati dalle assenze gli Esordienti 2005 che perdono in casa del Bresso per 2-0. Larga invece la vittoria dei 2006 contro la Garibaldina.
Sempre i 2006 sono stati autori di due ottimi tornei nel ponte dell’ Immacolata, con un terzo posto al torneo di Cormano e un ottimo secondo posto al torneo Slam di Cesate (su 12 squadre partecipanti).

Per i 2007 invece arrivano una vittoria contro la Garibaldina e una sconfitta contro il Football Sesto, stessi risultati anche per i 2008 che perdono con Pro Sesto e vincono contro la Garibaldina.

Con l’avvicinarsi delle festività, vi ricordiamo l’appuntamento per tutti gli atleti, dirigenti, allenatori e le loro famiglie per la grande festa di Natale che si terrà Venerdi 15 Novembre al Cinema S.Giuseppe di Bresso dalle ore 20.30.
Non mancheranno le sorprese.
Vi aspettiamo numerosi!

Continua a leggere →

“LOST IN GIRAFFE”, IL FILM DEL WEEKEND: SMETTO QUANDO VOGLIO – AD HONOREM

, , (Nessun Commento)

Sabato 9/12: 15.00, 17.10, 19.20, 21.30, 23.40;
Domenica 10/12: 11.20, 15.00, 17.10, 19.20, 21.30;

Libertà, famiglia e soldi sono i principali motivi che spingono un recluso ad evadere dalla sua prigione. Ma non è questo il caso. Pietro Zinni vuole andarsene per sventare un tremendo attacco terroristico. Ovvio che nessuno gli crede, e ovvio che, ora come non mai, è indispensabile riformare la banda. Non i Blues Brothers, quello è un altro film, ma la banda dei ricercatori. Chimici, biologi, antropologi e latinisti. Quelli che, vittime di un precariato d’eccellenza, si erano visti costretti a cercar fortuna inventando e spacciando nuovi stupefacenti non ancora illegali, per scoprire poi che il crimine non paga. Quelli che poi, insieme alle forze fresche di qualche cervello in fuga, erano stati reclutati dalla polizia proprio per dar la caccia ad altri produttori di smart drugs, fino a ritrovarsi immischiati in una storia più pericolosa di quanto si aspettassero. Proprio la storia che adesso è giunto il momento di risolvere, costi quel che costi.

L’attesa ripaga sempre. Sydney Sibilia torna finalmente nelle sale con Smetto quando voglio – Ad honorem. Terzo e conclusivo capitolo di una saga iniziata nel 2014 fatta d’azione, denuncia sociale e, soprattutto, tantissimo divertimento. Una commedia all’italiana con i connotati propri del cinema internazionale, in particolare hollywoodiano. Uno stile assolutamente riconoscibile basato su un montaggio ritmato e veloce, una fotografia dai colori acidi ed iper saturi e una sceneggiatura appassionante e ironica. Al centro, il prode condottiero del gruppo, interpretato, ormai con disinvoltura, da Edoardo Leo (Perfetti Sconosciuti, Noi e la Giulia, Nessuno mi può giudicare). Intorno un’allegra combriccola di personaggi ben caratterizzati e attori brillanti. Stefano Fresi, Paolo Calabresi, Pietro Sermonti, Valerio Aprea, Libero De Rienzo e Lorenzo Lavia, i più leggendari. Marco Bonini, Rosario Lisma e Giampaolo Morelli, le new entry del secondo episodio Masterclass. Tra i cattivi, invece, Luigi Lo Cascio e Neri Marcorè la fanno da padroni, in un cast quasi esclusivamente maschile, in cui figurano anche Greta Scarano e Valeria Solarino, purtroppo un po’ limitate in ruoli forse troppo ristretti.

Dalla mancanza di meritocrazia al sintetizzare il gas nervino il passo è surreale ma breve. Il film non perde il suo collegamento con la realtà e, per quanto la trama prenda la strada dell’action movie, tutto è ben calato nello scenario italiano, in un contesto di crisi del mondo del lavoro. Forse proprio questo il segreto del regista salernitano: portare il pubblico ad appassionarsi per degli eroi dai tratti fumettistici ma con problemi comuni. L’umore allegro e lo script pungente sono i propulsori del meritato successo di quella che, da una pellicola d’esordio, è diventata una trilogia avvincente ed originale.

Continua a leggere →

“SCHIAFFINO 7.0″: ALLIEVI 2001, CHE DELUSIONE!

, , (Nessun Commento)

I Primi Calci 2009 autori di ottime partite nella festa finale delle Manifestazioni FIGC

I Primi Calci 2009 autori di ottime partite nella festa finale delle Manifestazioni FIGC

Rammarico per gli Allievi, che impattano 2-2 nel derby contro la Suprema. Due volte in vantaggio i rossoneri, dopo aver avuto parecchie nitide occasioni, tra cui un calcio di rigore sbagliato, subiscono il goal del pareggio negli ultimi minuti di gioco. Un risultato che non permette allo Schiaffino di accedere direttamente ai Regionali, ma dovrà attendere l’esito del sorteggio tra le migliori terze di tutti i gironi degli Allievi Provinciali Milano.

Stesso risultato anche per gli Allievi 2002 Regionali contro il Castello Vighizzolo. Anche per loro il rammarico dopo essere passati in vantaggio per due volte di non aver portato a casa i 3 punti.

Vittoria invece, per i Giovanissimi 2003 Regionali, sempre con il Castello Vighizzolo grazie alla doppietta di Mancosu.

Ultima partita del campionato di andata anche per i Giovanissimi 2004, che chiudono il girone al sesto posto dopo il pareggio per 1-1 contro l’Afforese.

Ottime le prove degli Esordienti rossoneri che conquistano 3 vittorie su 3.
I Giovanissimi 2005 vincono 1-0 contro il Cologno. Stesso avversario per i 2006 bianchi ma risultato diverso: 8-0
Vittoria per 4-0 per la 2006 rossa contro la Rondinella.

Giornata no per i 2007, che escono sconfitti ma con onore sui campi della Pro Sesto, della Pro Novate e del Cologno.

Per i 2008 invece una vittoria contro il Cologno e 2 sconfitte di misura contro Aldini e Cologno

Continua a leggere →

“LOST IN GIRAFFE”, IL FILM DEL WEEKEND: GLI SDRAIATI

, , (Nessun Commento)

locandina

Sabato 2/12: 14.30, 16.45, 19.00, 21.20, 23.30;
Domenica 3/12: 11.20, 14.30, 16.45, 19.00, 21.20;

Giorgio Selva è un presentatore televisivo di successo. La sua trasmissione affronta i problemi delle persone e lui fa di tutto per risolverli. Nel suo ambiente è rispettato ed ascoltato e, per le strade di Milano, la gente lo riconosce e lo ammira. Senza dubbio lo si potrebbe considerare un uomo ricco ed affermato. Ma è dentro le mura di casa che la sua autorità svanisce, e, come genitore, è alla totale mercé di suo figlio. Tito è quasi maggiorenne, i suoi sono divorziati e, nella metà del tempo che passa con Giorgio, non accetta regole né compromessi. Va, viene, torna, non torna, invita i suoi amici senza preavviso, disobbedisce, rompe e sperpera, non curandosi di nulla. Suo padre è soggiogato. Attanagliato da un inspiegato senso di colpa, vive completamente in balia del ragazzo, irrimediabilmente convinto della propria inadeguatezza. E’ a questo punto che arriva Alice a sconvolgere i sentimenti e gli ormoni giovanili di Tito. Ed è a questo punto che Giorgio scopre che la madre della ragazza è proprio quella Rosalba di cui credeva di essersi liberato giusto 17 anni prima.

Francesca Archibugi porta al cinema Gli sdraiati. Scrivendo la sceneggiatura a quattro mani con Francesco Piccolo, la regista di Mignon è partita, Il grande cocomero e Il nome del figlio, arriva nelle sale con una storia liberamente ispirata al romanzo di Michele Serra, edito nel 2013 da Giangiacomo Feltrinelli Editore. Un libri, tra l’ironico e il poetico, che racconta l’insofferenza degli adolescenti e il loro distacco apatico da responsabilità e valori.

Giorgio e Tito sono interpretati rispettivamente da Claudio Bisio e Gaddo Bacchini. Il primo, ampiamente apprezzato su piccolo e grande schermo, è stato già protagonista nello spettacolo teatrale Father and son, un monologo tratto dalla stessa opera di Serra e diretto da Giorgio Gallione. Il secondo, invece, è al suo esordio come attore ed è stato scelto realmente dopo un lungo casting tra i banchi delle scuole milanesi. Il padre, nella pellicola di oggi, è un adulto che non vuole invecchiare e che, evitando i compiti insiti nel suo ruolo, si comporta come a voler essere il miglior amico di suo figlio. Quasi parallelamente, anche Tito si rifiuta di maturare e, sfruttando una situazione diseducativa in cui qualsiasi cosa gli viene perdonata, tiene Giorgio chiuso fuori dalla propria vita con un atteggiamento al limite del bullismo.

E’ un cinema di personaggi quello dell’Archibugi, divertente ma severo verso i suoi due antieroi, entrambi sbagliati e colpevoli. La riflessione scaturisce dai fatti che la regista, più o meno efficacemente, porta in scena. Molto interessante soprattutto la parte iniziale, drammaticamente riconoscibile nel vissuto di tante famiglie, che rende il film originale e rappresentativo di una rapporto genitore-figlio poco sano, spesso scambiato per amore.

Continua a leggere →

IL RISPETTO

, , (Nessun Commento)

respect
Vivo a Milano da circa 1 anno ed è ormai consuetudine dovermi confrontare giornalmente con l’inciviltà delle persone, soprattutto se paragonato alla ben più modesta percentuale di gente irrispettosa che potevo trovare in un paese grande come Paderno.
Partendo dalle più piccole cose, è evidente come a molti non fotta assolutamente nulla del prossimo (chiedo scusa per il linguaggio scurrile, ma così rendo bene l’idea), anzi, come si sentano in diritto – quasi divino – di vivere le proprie esistenze al di sopra di ogni regola, sentimento di seppure minima civiltà e rispetto.
Proprio questo è il punto focale della questione, il rispetto, o meglio la quasi totale assenza di esso.
Forse ci siamo abituati con i film o con le serie TV che essere furbi fa molto figo, che essere più scaltri premia, che ergersi sopra gli altri con la forza dell’ignoranza sia la strada giusta da perseguire, ma la verità è che siamo troppo permissivi dove ci fa comodo esserlo e restiamo passivi di fronte a certi episodi di inciviltà, mentre invece ci scagliamo con rabbia incontrollabile verso situazioni ridicole, pieni di profondissimo sdegno e rancore.
Mi pare sempre più evidente che non riusciamo a concepire quando il vaso stia per traboccare, rimandando il momento inevitabile delle strabordamento ad una data ipotetica da stabilirsi, quando invece il pavimento è già colmo di quella stessa acqua che ci rifiutiamo di voler considerare come fuoriuscita in abbondanza.

Vedo persone che non solo non pagano i mezzi di trasporto pubblico e che se ne approfittano ogni giorno, ma con sommo orgoglio se ne vantano pure, senza considerazione alcuna né per chi col proprio lavoro si presta ad offrire quel servizio, né per i tanti altri poveri imbecilli che quel servizio lo pagano correttamente.
E allora ecco lì che li si vede effettuare il salto del tornello, la corsa da un vagone all’altro, lo slalom della sbarra, quasi come ad un’olimpiade, l’olimpiade del farabutto.
In questa categoria non si possono però assegnare le medaglie come su un podio classico, perché avremmo da ampliare le premiazioni, dovremmo fare un distinguo per classi sociali, per categorie di genere, insomma, sarebbe ben complicato arrivare ad un dunque.
Eppure, c’è chi si distingue e c’è chi riesce (e forse nemmeno dovrebbe andarne tanto fiero) da essere insignito di speciali menzioni d’onore, sia per il modus operandi, che per la gestione d’insieme.

(continua…)

Continua a leggere →

“SCHIAFFINO 7.0″: SUPER 2008 CON UN 3-0 ALL’INTER!

, , (Nessun Commento)

I Pulcini 2008 durante i saluti di rito di inizio partita contro l’Inter

I Pulcini 2008 durante i saluti di rito di inizio partita contro l’Inter

La rubrica Schiaffino 7.0 oggi inizia raccontandovi la strepitosa vittoria dei Pulcini 2008 contro l’Inter.
Una partita che ha visto i Diavoletti di Calderara giocare una partita tutta cuore e grinta contro i 2009 nerazzurri.
Un goal per tempo ha permesso alla squadra di Paderno di portare a casa questo strepitoso e memorabile risultato.
Successi anche per le altre due squadre dei Pulcini 2008 contro l’ Ardor Bollate.

Per Pulcini 2007 e Esordienti 2006 arrivano invece solo sconfitte, ma non è comunque mancato impegno e gioco.

Per il settore agonistico invece vittoria fondamentale degli Allievi 2001 contro l’Ardor bollate che permette ai ragazzi di Conte di rimanere al secondo posto e di essere ad un passo dalla conquista dei Regionali.
Infatti se nella prossima giornata sarà vittoria, gli Allievi strapperanno il pass per i Regionali B.

Nelle categorie Regionali trasferte in terra bergamasca per Allievi e Giovanissimi. Pareggio contro la Cisanese per i 2002: al vantaggio della squadra di casa, risponde Zimelli.
Sconfitta invece per i 2003 sul campo della Cisanese per 2-0

Buona la prova dei 2004 contro il Seguro: passati in vantaggio con il goal di Brancato i rossoneri si fanno raggiungere nella ripresa.

Intanto fervono i preparativi per la festa di Natale che si terrà Venerdì 15 Dicembre al Teatro San Giuseppe di Bresso dove non mancheranno le sorprese, special Guest sarà Enzo Polidoro di Colorado Cafè. Vi terremo aggiornati!

Continua a leggere →