A CENA CON PADERNO 7, “TORTA DI ROSE AL FARRO MEDITERRANEA”. LA FARINA DI FARRO E LE FIBRE ALIMENTARI

, , 7 Commenti

A Cena Con Paderno 7 (www.paderno7onair.it)La torta di rose è un classico della cucina italiana, in particolare di quella altoatesina (pare!). Dolce o salata, prende il nome dalla tipica forma che le viene data durante la lavorazione. Quella che vi propongo è la variante salata, ottima anche senza farcitura da utilizzare come pane-centrotavola. Inoltre, la sostituzione della farina “00” con quella di farro le conferisce un tocco rustico, oltre che naturalmente renderla più adatta anche alle persone particolarmente attente alla dieta.Torta di rose al farro mediterranea 1 (www.paderno7onair.it)

Ingredienti per 6 rose circa

Per l’impasto

250g di farina di farro
100g di farina manitoba
25g di lievito (un cubetto)
150ml di latte
3 tuorli
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
un pizzico di sale

Per la farcitura

200g di caciotta
2 pomodori
olive verdi

Tempo di preparazione: circa 1 ora + tempo di lievitazione

Esecuzione

Preparare l’impasto come segue.
Sciogliere il lievito nel latte tiepido. In una ciotola capiente mescolare i tuorli al latte in cui è stato sciolto il lievito, aggiungere l’olio extravergine di oliva e un pizzico di sale.
Sbattere pochi minuti con una forchetta e aggiungere le due farine precedentemente miscelate tra loro.

DOPO IL SALTO, IL FARRO E LE FIBRE ALIMENTARI


Torta di rose al farro mediterranea 2 (www.paderno7onair.it)Impastare con le mani (o con un robot da cucina) fino ad ottenere una massa omogenea.
Stendere la pasta piuttosto sottile su un piano infarinato e dividerla in sei strisce.
Farcire ogni striscia con la caciotta tagliata a pezzetti, i pomodori precedentemente lavati e sgocciolati e le olive a rondelle.
Arrotolare su se stessa ogni striscia.
Ungere con dell’olio una teglia rotonda (in alternativa usare quelle di silicone che non necessitano di alcun trattamento)
e disporvi al centro una “rosa”; disporre le altre tutt’intorno lasciando degli spazi tra un pezzo e l’altro che verranno poi riempiti a seguito della lievitazione.
Lasciare lievitare la torta così composta per circa 4 ore.
Infornare a 180°C in forno preriscaldato per circa 15minuti.

Tra Scienza e cucina …farro 2
Il Farro e le Fibre Alimentari

Abbiamo già avuto modo di parlare brevemente del farro (leggi qui il ”Farrotto al gorgonzola e radicchio rosso”) definendolo il cereale meno calorico in assoluto. Il farro e i prodotti che se ne possono ricavare (pane, pasta, biscotti…) è perciò particolarmente indicato nelle diete ipocaloriche. Rispetto al grano tradizionale, il farro ha un contenuto superiore di vitamina B e minerali e, soprattutto, è un’ottima fonte di fibre insolubili che favoriscono il corretto transito intestinale.

farroPer fibra alimentare si intende un insieme di polisaccaridi (ossia carboidrati) vegetali - come ad esempio la cellulosa – che non vengono assimilati dal nostro organismo; non hanno quindi alcun valore nutrizionale ma sono comunque utilissime per diversi aspetti. Innanzitutto, aumentano l’assorbimento di acqua correggendo la stipsi e la diverticolosi. Le fibre alimentari, inoltre, sono fermentate dalla flora batterica intestinale producendo di conseguenza acidi grassi a catena corta come l’acido acetico e l’acido butirrico il quale, tra le altre cose, sembra interessare la prevenzione del cancro al colon. Come tutto, però, anche le fibre alimentari non vanno assunte in eccesso in quanto impedirebbero il corretto assorbimento di altri nutrienti.

Per quanto riguarda la farina manitoba, invece, essa prende il nome da un’omonima provincia del Canada e rientra nella categoria delle “farine forti”. Come già detto nella ricetta “Bon-bons di pandoro” (consultala qui), le farine forti, per i motivi descritti, sono indicate per la preparazione di prodotti a lunga lievitazione, come in questo caso.

— Se vuoi conoscere tutte le altre ricette di “A Cena con Paderno 7” e scoprire cosa ti consiglia Irene, clikka qui oppure sull’omonimo tag alla fine di ogni articolo della rubrica —

 

7 Risposte

  1. avatar Silvia

    03/14/2011, 12:21 am

    Vai Irene, ottima ricetta come sempre :)
    Adesso ti hanno cominciato a copiare anche gli altri blog cittadini, questo vuol dire che la tua rubrica funziona!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  2. avatar Luisa

    03/14/2011, 07:18 am

    Ma quello che mi chiedo, hanno proprio poca fantasia gli altri. Vi copiano le ricette vi copiano gli spettacoli. Vuol comunque dire che state facendo un grande lavoro. Complimenti a tutti ragazzi continuate così

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. avatar Massimo

    03/14/2011, 12:28 pm

    @Silvia, @Luisa: come gestore di uno degli altri Blog interessati che recentemente ha proposto una ricetta (e quindi immagino tirato in causa)tengo a precisare che un intero e personale sito dedicato all’argomento (come del resto specificato nel post in questione) esisteva già da più di due anni e mai eccessivamente pubblicizzato (Universovino). Quindi rispondendo soprattutto a Luisa a mancare non è stata certo la fantasia. Semplicemente visto che il servizio sembrava utile e apprezzato ho pensato di fornire una proposta analoga anche agli eventuali lettori che fossero passati sul mio Blog.
    Ho comunque deciso di commentare gli interventi di cui sopra non tanto per i vostri riferimenti all’eventuale plagio o alla scarsità di fantasia, quanto per evidenziare l’atteggiamento ‘astioso’ che già in altre occasioni si è dimostrato uno dei malesseri principali del nostro tempo e della nostra città. Noi contro loro, io contro te, quartiere contro quartiere, blog contro blog. Qui stiamo parlando di ricette di cucina e di una tipologia di post, ma la cosa si è dimostrata ben più grave in altre situazioni molto più importanti. Peccato perchè con questa mentalità secondo me non si arriva da nessuna parte e a rimetterci siamo tutti (alla faccia dell’Unità d’Italia mi verrebbe quasi da dire).
    A conclusione mi trovo invece maggiormente d’accordo con quanto espresso da Silvia. Sicuramente la rubrica funziona, è utile e i gestori di questo blog hanno avuto un’ottima idea. Immagino possano essere felici anche loro del fatto che la stessa abbia inaugurato una moda. Per come la vedo più ricette, più possibilità per i lettori che vi si vogliono cimentare, maggiori alternative, più fantasia e quindi, come osservavo poco sopra, vantaggi per tutti.
    Concludendo, se prima del dolce vi manca il secondo ora potete trovarne ‘in giro’ uno in più ;-)

    Buon appetito
    Massimo Negrisoli

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
  4. avatar Roberta

    03/14/2011, 02:16 pm

    Un info!! la Farina di Farro si trova al supermercato oppure bisogna recarsi in un negozio specifico?

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  5. avatar Irene

    03/14/2011, 04:46 pm

    @Silvia e Luisa: Grazie mille, spero davvero che le mie ricette siano apprezzate da voi lettori :)
    @Roberta: Grazie anche a te per l’attenzione, e comunque io la farina di farro l’ho trovata in un famossimo supermercato, quindi credo non ci siano grandi difficoltà nel reperirla ;)

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  6. avatar Francesco Rienzo

    03/14/2011, 04:52 pm

    @ Massimo. Ci mancherebbe altro, ognuno sceglie gli argomenti che ritiene più opportuno approfondire :) Stiamo parlando di ricette d’altronde, non siamo i primi e non saremo gli ultimi a parlarne. Se siamo serviti come fonte di ispirazione siamo più che contenti.

    Del resto in internet molto spazio è dedicato alle ricette. Ecco perchè il nostro scopo è stato quello di riprendere un tema di forte interesse per alcuni lettori, ma, come spesso Paderno 7.0 si propone di fare, in una chiave diversa dal solito. Ossia proporvi delle ricette originali e diverse dalle altre, sperimentate di volta in volta.

    Non solo. Volta per volta Irene, da ottima studentessa di biotecnologie, propone lo speciale spazio di “TRA SCIENZA E CUCINA” che vi regala alcune chicche preziose sull’alimentazione.

    Un modo originale di parlare di cucina. :)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*