“ALLE GIRAFFE CON CARLOTTA”, IL FILM DEL WEEKEND: ANIMALI FANTASTICI E DOVE TROVARLI

, , Lascia un commento

ANIMALI FANTASTICI E DOVE TROVARLI

Sabato 26/11: 15.00: 15.40; 17.40; 18.20; 20.15; 21.00; 22.50; 23.40
Domenica 27/11:
11.00; 15.00: 15.40; 17.40; 18.20; 20.15; 21.00; 22.50

TRAMA: Nel 1926 il magizoologo Newt Scamander (Eddie Redmayne) lascia Hogwarts per approdare a New York. Qui viene accusato dal Magico Congresso degli Stati Uniti di essere la causa di misteriosi incidenti, per via della sua valigia che nasconde (con difficoltà) bestie magiche stupefacenti. Con l’aiuto dell’investigatrice Porpentina (Katherine Waterston), sua sorella Queenie (Alison Sudol) e del babbano Jacob (Dan Fogler), Scamander cercherà di risolvere la situazione.

VOTO: 7/8

COSA CI PIACE: A cinque anni dall’ultimo Harry Potter, tornano sul grande schermo le fortunatissime creazioni diAnimali-Fantastici-e-Dove-Trovarli J.K. Rowling, che – per la prima volta – scrive di sua mano la sceneggiatura, facendosi così garante di sincerità, di amore materno e di nuove necessità narrative (pur appoggiandosi agli stilemi del progenitore e a continui richiami a esso). La scrittrice ha dato vita a un’originale spin-off sofisticato e dai toni sorprendentemente dark, che si rivolge in modo elettivo agli adulti piuttosto che ai giovanissimi.

Mentre la saga di Harry Potter è ambientata prevalentemente a Hogwarts e dintorni, le avventure di Newt Scamander si svolgono in mezzo ai babbani. Dettaglio non da poco: se Harry & Co. dovevano difendersi all’interno del mondo magico dal mago più oscuro di tutti, qui invece gli esseri dotati di poteri straordinari – outsider alla stregua degli X-Men – devono vedersela con l’intolleranza dell’essere umano e la sua paura del diverso. E così il protagonista si stupisce che gli Stati Uniti non prevedano, come l’Europa, matrimoni misti tra Maghi e No-Mag, ma non solo: profondamente attuale, il film mette in scena, nel suo cuore più scuro e potente, quali terribili conseguenze possono scaturire dal punire qualcuno per quello che è.

La pellicola è stupefacente soprattutto dal punto di vista estetico: adottando il punto di vista del suo personaggio innamorato delle  meraviglie che porta con sé, il regista David Yates (lo stesso degli ultimi capitoli Harry Potter) trasforma Animali fantastici in un trionfo visivo di sguardi, lineamenti, colori e versi di queste creature, incantevoli nella loro goffaggine e insieme incredibile grazia.

colin-farrell-animali-fantastici-e-dove-trovarli-1200x630COSA NON CONVINCE: Il film è eccessivamente lungo, un po’ sbilanciato tra la sua prima parte, che si protrae lentamente nelle presentazioni dei personaggi e nel recupero degli animali scappati dalla valigia, e gli sviluppi action, più sacrificati rispetto alle premesse.

Sebbene sia già stato annunciato che i film saranno ben più d’uno, questo primo si chiude con alcune porte aperte ma senza troppa sete di maggiori informazioni. Tutto quello che crediamo di voler sapere viene risolto entro la fine del film e ogni curiosità ulteriore viene sostanzialmente saziata: per questo non sembra il miglior modo di avviare una saga. Ma probabilmente la firma della Rowling è tanto forte da potersi permettere di uscire dalle comuni logiche di suspense tra un capitolo e l’altro.

 

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*