CINQUE GIORNI PER DECIDERE LA CITTÀ METROPOLITANA

, , Lascia un commento

Città metropolitanaNel silenzio dei media e anche dei blog locali (tranne Paderno 7) iniziano oggi gli ultimi cinque giorni prima della presentazione di firme e candidati delle liste che concorreranno alle elezioni per la Città Metropolitana il prossimo 28 Settembre.

Sullo scandalo di queste elezioni il nostro blog aveva già informato a fine Luglio.
La notizia è la scarsità di notizie da allora: è presumibile una lista di Forza Italia (con Alparone candidato?), SEL sarà presente nella lista del PD, la Lega pare intenzionata ad avere una sua lista, i 5 Stelle del Nord Milano si sono ritrovati il 30 Agosto scorso per dare seguito alla votazione online con cui i loro militanti hanno chiesto la presenza di una lista grillina ma non ci sono per ora notizie sugli esiti della riunione. E non ci sono notizie su come si pensino di superare lo scoglio di oltre 100 firme di consiglieri comunali da avere per presentare 24 candidati: dato che i candidati non possono firmare circa 130 consiglieri comunali che supportino la lista di Grillo che però in tutti i consigli comunali della provincia non conta che 53 eletti (e fra loro Leonardo Toro di Cesate che è uscito dai 5 Stelle poco dopo la sua elezione).

Venerdì scorso, intanto, sindaci e amministratori di liste civiche di tutta la ex-provincia si sono ritrovati per l’unico (che io sappia) evento pubblico sul tema a Villa Ghirlanda per la presentazione della lista civica Costituente per la partecipazione, concordando sul pericolo di una Città Metropolitana non eletta dai cittadini, senza campagna elettorale e soprattutto con Milano che la fa da padrona schiacciando i comuni della ex-provincia.

E Paderno, che è un fronte aperto per Rho-Monza e vasche di laminazione, può essere un’ottima vittima sacrificale per un ente Milanocentrico.

Alla riunione era presente anche il consigliere comunale padernese, il socialista (ma eletto nel PD) Eugenio Marelli. Il nostro consiglio comunale ha già fatto molto votando (forse unico nel milanese) una mozione che impegna il Sindaco a impegnarsi per la elezione diretta di Sindaco e Consiglieri metropolitani. La hanno votata centrodestra e 5 Stelle (che hanno contribuito alla stesura della mozione), contrario il centrosinistra (che ha motivato la scelta balbettando relativamente a questioni di metodo). Ma i cittadini padernesi meritano di più; dato che non potranno votare loro il prossimo consiglio, è giusto che i loro eletti facciano sapere cosa voteranno nel segreto dell’urna e se hanno sostenuto con la loro firma una delle liste in lizza.

Paderno 7 offre uno spazio per farlo e sta per contattare tutti gli eletti per sollecitare loro a dare questa informazione. Le risposte verranno date su queste pagine. Le mancate risposte… Pure.

 

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*