FALLIMENTO EMMELUNGA-AIAZZONE, I CLIENTI “TRUFFATI” POSSONO INSINUARSI NEL FALLIMENTO DI PANMEDIA

, , 1 Commento

Emmelunga (www.paderno7onair.it)

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Federconsumatori, con il quale il Presidente Mocera ci avvisa della possibilità per i clienti “gabbati” dal fallimento di Emmelunga-Aiazzone di insinarsi nel fallimento di Panmedia al Tribunale di Torino. Dopo avervi parlato della tragedia dei dipendenti con la loro lettera aperta, torniamo a sostenere ora i clienti.

Milano 9 maggio 2011
 
AIAZZONE/EMMELUNGA/B&S/PANMEDIA
FEDERCONSUMATORI MILANO ASSISTE
I CONSUMATORI NEL FALLIMENTO PANMEDIA
 
I numerosi consumatori, che hanno pagato in contanti o hanno versato caparre e non hanno ricevuto i mobili acquistati, hanno ora la possibilità di insinuarsi nel fallimento di Panmedia, presso il Tribunale di Torino, per cercare di recuperare quanto hanno pagato.

CONTINUA DOPO IL SALTO

Federconsumatori Milano invita i consumatori coinvolti a rivolgersi ai nostri sportelli ed alla nostra sede di Milano  sia per chiedere informazioni, sia per avere assistenza per la presentazione dell’istanza per l’insinuazione al passivo.

Federconsumatori Milano
Il Presidente
Gianmario Mocera

— Vuoi leggere gli altri articoli e gli approfondimenti di Paderno 7.0 dedicati al Fallimento di Emmelunga-Aiazzone? Clikka qui oppure sull’omonimo tag in fondo ad ogni articolo riguardante questo tema —

 

Una Risposta

  1. avatar Francesco Rienzo

    06/02/2011, 03:18 pm

    ULTIM’ORA AIAZZONE: FURTO DI MASSA IN EX MOBILIFICIO AIAZZONE, 200 COINVOLTI

    (ANSA) – BERGAMO, 2 GIU – E’ stato un vero e proprio furto di massa, quello compiuto da circa duecento persone ieri sera nel magazzino Aiazzone di Pognano, nella Bassa Bergamasca. Decine di persone, probabilmente tramite passaparola, si sono date appuntamento nel cortile del deposito, chiuso da mesi dopo il fallimento dell’azienda, e dopo aver scardinato i cancelli hanno razziato mobili, cucine, letti e accessori per la casa. C’e’ chi e’ arrivato in auto e chi addirittura con camion e furgoni. I carabinieri, allertati dall’andirivieni sospetto, hanno identificato tutti coloro che si trovavano ancora nel capannone. Dovranno rispondere di furto aggravato, violazione di proprieta’ e danneggiamento. (ANSA).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*