IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA IL BILANCIO DI PREVISIONE 2016. IL SINDACO: “CONTINUIAMO A METTERE LA FAMIGLIA AL CENTRO DELLE NOSTRE SCELTE”

, , Lascia un commento

tasse imposte canoni PADERNO7ONAIRIl Consiglio Comunale pre-natalizio del 22 Dicembre si conclude con l’approvazione – con in voti favorevoli della maggioranza e quelli contrari dell’opposizione – del bilancio di previsione 2016 riuscendo così a deliberarlo entro la fine dell’anno.
Oltre al bilancio è stato approvato anche il Documento Unico di Programmazione e il Regolamento per la concessione di benefici alle nuove attività che si insediano.

A seguito di queste decisioni riportiamo il comunicato del Sindaco Alparone:

«L’approvazione del bilancio di previsione prima della fine dell’anno è il risultato di un’Amministrazione Comunale che ha le idee chiare su quello che può e vuole realizzare, che riesce a programmare e che ha senso di responsabilità verso i cittadini a cui dobbiamo garantire servizi di qualità e con continuità.

Abbiamo mantenuto inalterate le tariffe e le aliquote perché ancora una volta questo bilancio è stato strutturato pensando alle famiglie, alle loro esigenze ma anche alle loro disponibilità. Non abbiamo avuto bisogno di celebrare nessun funerale alla Tasi semplicemente perché a Paderno Dugnano abbiamo deciso in anticipo di non farla mai nascere. Continuiamo a non chiedere di più e allo stesso tempo a incrementare la spesa per il sociale. Un bilancio che riesce anche a trovare le risorse per incentivare le start up, a sostenere giovani, e non solo i giovani, ad avviare una nuova attività nella nostra città per favorire il lavoro, per stimolare un’imprenditoria che genera e dà occupazione. Tutto questo, ancora una volta senza fare debiti dopo averli di fatto azzerati. Siamo orgogliosi di un lavoro che come sempre risponde ad una pluralità di esigenze, dalla scuola all’associazionismo, dallo sport alle fasce sociali più deboli. Siamo orgogliosi per essere riusciti ancora una volta a trovare un equilibrio senza utilizzare gli oneri di urbanizzazione per la spesa corrente e questo perché per noi il territorio e le aree verdi non sono in svendita solo per fare cassa come stanno facendo Comuni non lontani dal nostro. Continuiamo a lavorare in rete con il territorio, attraverso un ascolto attivo che si traduce sempre in una gestione all’insegna del rigore, della trasparenza e dell’attenzione. Noi come al solito facciamo la nostra parte e siamo pronti ad affrontare un 2016 con i conti in ordine, adesso ci auguriamo che il Governo non ci riservi amare sorprese considerata la scarsa fiducia che dimostra negli Enti Locali».

 

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*