“KATE CORNER”: DROGHE E SESSUALITA’ – PARTE 2

, , Lascia un commento

Rieccoci con la seconda parte di questo duplice appuntamento con la nostra rubrica di Caterina, “Kate Corner“.

Narcotici
Sono sostanze che deprimono il sistema nervoso ed a dosi elevate e prolungate inibiscono il desiderio ed ogni risposta sessuale, con impotenza e difficoltà eiaculatoria nel maschio e amenorrea nella donna.
Eroina, Morfina, Codeina (La Codeina è una sostanza contenuta anche negli antidolorifici). Sono definiti oppiacei.
Uno studio condotto su veterani, un tempo eroinomani, ha rivelato che il 50% di loro presentava disfunzioni sessuali. Nello specifico queste sostanze causano impotenza, calo della libido, difficoltà a raggiungere l’orgasmo.

Metadone
Le disfunzioni sessuali indotte dalle precedenti sostanze permangono anche dopo il passaggio all’assunzione di metadone; circa un terzo dei soggetti che impiegano tale sostanza presenta calo della libido o altre disfunzioni sessuali (il 50% di questo gruppo manifesta deficit erettili e l’88% deficit orgasmico).

CONTINUA DOPO IL SALTO

Ansiolitici
Alcool in piccole quantità porta ad un abbassamento delle inibizioni e favorisce i contatti sessuali, ma a dosi maggiori (oltre ad avere effetti cronici sul fegato) agisce da depressore del sistema nervoso centrale, riducendo il desiderio e senza dubbio l’eccitazione che nel maschio si manifesta con difficoltà di erezione.

Nicotina
Il fumo aumenta la probabilità di sviluppare disturbi dell’erezione, forse per gli effetti di vasocostrizione della nicotina stessa.

Attenzione anche agli spray nasali per decongestionare le vie nasali quando si è raffreddati (ricordate quella famosa marca che veniva pubblicizzata alla televisione non molti anni fa?): contengono una sostanza che provoca impotenza.

Se ci si trova a far consumo di sostanze in compagnia assicurarsi di farlo in un ambiente sicuro con persone di fiducia, in questa maniera si eviterà di trovarsi in balia di malintenzionati o sconosciuti, qualora non fossimo più in grado di badare a noi stessi o qualora avessimo bisogno di soccorso.
Per quanto riguarda l’assunzione con fini erotici, a maggior motivo sarebbe altamente consigliabile condividere quest’esperienza con un partner di fiducia e di cui si conosce bene la storia sessuale in maniera da essere almeno sicuri di non rischiare di essere contagiati da qualche malattia.
Non sperare mai nella cosiddetta “buona sorte”: anche una sola esposizione a fattori di rischio contagio può costare molto cara, il trovarsi in situazione di bisogno non assicura il soccorso, il trovarsi in una situazione di vulnerabilità non assicura che chi ti sta intorno non si approfitterà di te.

Infine potrebbe valer la pena di soffermarsi a considerare i vari racconti di giovani ragazzi e ragazze circa le loro esperienze con le droghe, e riflettere… vale la pena sballarsi?!
Perché se per ottenere una buona scopata oggi mi vieto tutte le altre, perché se <> peccato che poi non mi ricordo un tubo.
Se infine, per giunta, mi ritrovo in cinta, violentata, infettato/a da qualche orribile malattia……. Mah!?!
Per l’appunto, proprio a fine giugno una coppia di ragazzi stranieri, si presume ubriachi o fatti di qualche sostanza, sono stati ripresi mentre facevano sesso in piazza santa croce a Firenze.
Adesso la loro foto fa il giro in intenet.
I fautori delle riprese sono gruppi di coetanei che passavano di lì e che si sono piazzati proprio davanti a loro deridendoli e riprendendoli col cellulare.

Questa coppia è stata imprudente potendo evitarsi questa umiliazione ma fortunata, poteva capitargli anche peggio. Gli spettatori potevano risparmiarsi di infierire e chi ha diffuso le immagini ha assunto, per altri versi, un comportamento altrettanto disdicevole.

 

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*