LA CRONACA DI PADERNO DUGNANO. UN GRAZIE ALLE FORZE DELL’ORDINE!

, , 2 Commenti

{lang: 'it'}

polizia-localeL’esplosione alla Eureco Holding è stata senza dubbio uno dei più gravi incidenti nella storia recente di Paderno Dugnano. A farne le spese, come spesso accade, sono i lavoratori e i cittadini che si trovano a dover fare i conti con possibili aziende “bomba” vicino a casa, pronte a seminare guai da un momento all’altro.
A volte basterebbe un po’ di prevenzione in più per evitare certi episodi incresciosi, altre invece, servirebbe solo più buonsenso, sia da parte delle istituzioni che da parte della cittadinanza.
Nel caso dell’Eureco Holding, il tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco e delle Forze dell’Ordine, ha evitato che da un potente scoppio di materiale chimico divampasse un incendio indomabile e quindi un possibile enorme danno per tutta la cittadinanza (qui video e foto).
Siamo a segnalarvi, di seguito, altri casi in cui l’intervento della Polizia Municipale è stato senza dubbio fondamentale per il mantenimento dell’ordine pubblico.

Giovane litiga con il controllore: treno bloccato e ritardi su tutta la linea.

Negli scorsi giorni, un giovane B.S., di 19 anni, residente a Varedo, ha deciso di salire sul primo treno in partenza dalla stazione di Milano Cadorna, per tornare prima possibile a casa. Aveva però acquistato un biglietto per Garbagnate ed è salito sul treno per Varedo, altra tratta ma corrispettivo identico, chiedendo prima l’autorizzazione al personale in stazione. Quando invece prima della stazione di Bovisa si è imbattuto nel controllore del treno è iniziato un diverbio. Subito la contestazione della violazione e il pagamento del corrispettivo della tratta da percorrere. La discussione molto accesa è avvenuta davanti agli occhi di numerosi pendolari e si è conclusa quando a Paderno Dugnano il treno è rimasto bloccato per circa 30 minuti.

DOPO IL SALTO:  GLI EPISODI DI CRONACA

Infatti nel frattempo il controllore ha chiesto aiuto ed è intervenuta la Polizia Locale che ha sedato gli animi e ha consentito al treno carico di pendolari di riprendere la marcia. Il ragazzo è stato identificato e verrà segnalato alla Procura della Repubblica per interruzione di pubblico servizio. Le Nord preannunciano una rivalsa nei confronti del responsabile per il blocco del treno e i ritardi accumulati.

Ristruttura casa e getta gli scarti per strada: multato.

Pensava di riempire le buche del viottolo vicino a casa con gli scarti edili della propria ristrutturazione. Ma fortunatamente il gesto non è sfuggito ad un passante che ha immediatamente segnalato il fatto alla Polizia Locale di Paderno Dugnano. Un cittadino sudamericano G.C.L., di 42 anni, residente da qualche tempo a Cassina Amata è stato identificato e sanzionato dalla Polizia Locale intervenuta sul posto grazie alla segnalazione. Gli Agenti hanno intimato l’immediata rimozione dei rifiuti sparsi lungo la strada vicinale e hanno proceduto alla notifica del verbale. Per un territorio già colpito da numerosi gesti incivili di abbandono di rifiuti, trovare il responsabile rappresenta un successo.

Droga all’uscita dalla discoteca: altro caso.

I controlli all’uscita dai locali notturni della Polizia Locale di Paderno Dugnano continuano con l’attenzione richiesta per la tutela dei nostri giovani. Nei giorni scorsi, durante uno dei consueti controlli, è stato fermato un veicolo con alla guida un giovane H.D., 18enne, di Monza, che agli occhi esperti degli agenti è apparso immotivatamente iperattivo. Gli operanti hanno avviato preliminarmente un attento colloquio con il ragazzo per cogliere altri elementi del suo stato di alterazione e dopo aver ottenuto conferma ai sospetti iniziali, hanno sottoposto il giovane al test antidroga. Il ragazzo si è sottoposto rassicurando gli operanti di non aver assunto alcuna sostanza, tuttavia, all’esito del test, non ha potuto replicare in altro modo. Il nuovo Drugtest della Polizia Locale ha individuato nei liquidi la presenza inequivocabile di cocaina. A quel punto il ragazzo è stato condotto in Ospedale per gli esami del sangue dove immediata, e senza ombra di dubbio, è stata confermata la presenza di cocaina e cannabinoidi. Un mix pericoloso di droghe di uso comune tra i giovani avventori delle discoteche.

 

2 Risposte

  1. avatar Gianni

    11/10/2010, 10:22 am

    immagino sia indagato anche il personale della stazione che gli ha dato l’autorizzazione a salire…o al solito a pagare è solo il cittadino?

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. avatar Simone Carcano

    11/10/2010, 03:07 pm

    Se dovessimo fare un’analisi oggettiva emerge che il Capotreno stesse facendo il suo dovere: regolarizzare un Utente e che questo non aveva la minima intenzione di farlo. E per di più ha bloccato la circolazione. Tutto il resto è buonismo più o meno condivisibile che sulle Condizioni di Trasporto non c’è.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*