LA TESTA NEL PAIOLO, LE RICETTE: “PASTE DI MELIGA”, TRADIZIONE PIEMONTESE

, , Lascia un commento

LogoNero2-nuovoAmici de “La Testa nel Paiolo”, questa settimana siamo in Piemonte, più precisamente nel cuneese, per parlare delle celebri Paste di Meliga, biscotti molto rustici preparati con farina di mais. Così come il Dolce di Varese (per la ricetta clicca qui), anche in questo caso la protagonista è la farina di mais e questo non stupisce se consideriamo che sono entrambe preparazioni che fanno parte della tradizione del Nord-Italia, dove la polenta regna sovrana. La parola Meliga è il termine con cui i piemontesi indicano la farina di granoturco e pare che questo biscotto sia nato dalla necessità di sopperire ad un periodo in cui il raccolto di frumento fosse scarso e venisse perciò compensato con l’utilizzo di altri tipi di farine.

APPUNTI E CONSIGLI…

La ricetta originale prevede l’utilizzo della farina di mais di tipo fioretto, che ha una granulometria molto fine, ma io ho utilizzato la classica farina da polenta e devo dire che il risultato è stato soddisfacente, un biscotto molto rustico e saporito. Consiglio vivamente l’utilizzo di una sacca da pasticcere per formare i biscotti in quanto l’impasto non è sufficientemente sodo da poter essere lavorato a mano.
Tenete il burro fuori dal frigorifero per almeno mezz’ora prima di iniziare in modo che sia sufficientemente morbido da poterlo lavorare.

Ingredienti
12747399_586393028203994_1366681524750234391_o 100 g di farina di mais
100 g di farina “0″
90 g di burro
60 g di zucchero semolato
5 g di lievito per dolci
1 uovo
un pizzico di sale

Esecuzione

1375792_586393051537325_5388326791540682387_n1. Montate con le fruste elettriche il burro ammorbidito con lo zucchero fino ad ottenere la classica consistenza a pomata.
2. A parte, sbattete l’uovo con un pizzico di sale e aggiungetelo a filo alla montata di burro e zucchero.
3. Miscelate le polveri, quindi le due farine e il lievito, e aggiungetele piano piano al composto fino al completo assorbimento.
4. Lasciate riposare l’impasto per 1 ora a temperatura ambiente.
5. Trascorso il tempo necessario, trasferite l’impasto in una sacca da pasticcere con il beccuccio apposito e formate i biscotti su una teglia con carta forno cercando di dargli dimensioni simili tra loro in modo che la cottura risulti uniforme.
6. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 20 minuti.

— Se vuoi conoscere tutte le altre ricette de “La testa nel paiolo” e scoprire cosa ti consiglia Irene, clicca qui oppure vai nella stessa categoria nella barra destra del blog —

 

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*