“L’ANGOLO DEI VIDEOGIOCHI”, RECENSIONI: TALES OF SYMPHONIA CHRONICLES

, , Lascia un commento

Tales of Symphonia ChroniclesIn un periodo come questo, dove le grandi software house ci stanno riproponendo i più grandi capitoli del passato (come Final Fantasy X/X-2, Square Enix), risulta senza dubbio interessante come Namco sia andata a ripescare dal suo calderone uno dei titoli più belli e magici che abbia mai creato: Tales of Symphonia.

Dopo l’uscita di uno dei capitoli della saga “Tales of” più amati, Tales of The Abyss su Nintendo 3DS, e dopo l’annuncio di Tales of Xillia 2 e Tales of Zestiria, Namco non si è fatta pregare e ha deciso di accontentare i fan di vecchia data facendo un remake non di uno, ma entrambi i Tales of Symphonia (il secondo uscito su Wii qualche anno fa) e titolando tutto il pacchetto Tales of Symphonia Chronicles.

UN TUFFO NEL PASSATO
Il vero punto di forza di questo remake non è di certo il gameplay (di cui si discuterà dopo), che è rimasto lo stesso dei capitoli precedenti, bensì la grafica che ha reso le fantastiche ambientazioni delle precedenti edizioni ancora più belle, ancora più magiche e spettacolari e molto più piacevoli da perlustrare in ogni angolo per raggiungere quel forziere nascosto che spesso si cela in questo tipo di GDR.

ToSCIl gameplay, come già detto detto, è rimasto quello dei capitoli precedenti e che ha caratterizzato tutta la saga. Simile a un picchiaduro in due dimensioni, i personaggi affrontano i nemici usando abilità che si attivano con una determinata combinazione di tasti come nel più classico dei giochi di combattimento. A questo si alterna il gameplay nella modalità mappamondo simile a quanto già visto nei Final Fantasy, con lo sprite del protagonista correre sulla mondo di turno. In Tales of Symphonia: Dawn of a New World verranno riprese queste dinamiche e migliorate dando, addirittura, la possibilità di catturare i comuni mostri e nemici per poterli poi usare in battaglia come personaggi: questi saliranno di livello, impareranno tecniche e saranno collezionabili e catalogati… Esattamente come i Pokémon.

La storia, lunga e dettagliata, si snoda su due CD, esplora e scava nel passato dei personaggi rendendoli man mano sempre più profondi e affascinanti, tanto che sarà difficile per il giocatore doversi staccare da uno di loro.
La colonna sonora è di prim’ordine, numerosi pezzi vanno a definire e caratterizzare gli splendidi scenari sul quale si muovono i personaggi.

TI CONSIGLIAMO DI GIOCARCI?
Tales of Symphonia è probabilmente uno dei migliori RPG usciti due generazioni fa, che ancora oggi riesce a incantare grazie a una perfetta commistione degli elementi difficile da ritrovare nei giochi d’oggi. Adatto a chiunque, è un gioco che tutti i videogiocatori dovrebbero e devono provare.

HO PARLATO DI: Tales of Symphonia Chronicles, Namco
DISPONIBILITÀ: PS3

 

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*