L’ARCH. ALLEGRO A PADERNO 7.0: OSSERVAZIONI SULL’INTERRAMENTO DELLA RHO-MONZA

, , Lascia un commento

assemblea pubblica - giurannaL’Arch. Allegro del Comitato per l’Interramento della Rho-Monza ci invia le sue considerazioni a margine della Conferenza Servizi e del Consiglio Comunale di Paderno Dugnano in cui è stato presentato il progetto. Vi ricordiamo che queste tematiche saranno riprese dai protagonisti nell’Assemblea pubblica del 5 maggio alle 21.00 in Piazza Falcone e Borsellino.

OSSERVAZIONI DEL TECNICO INCARICATO DA COMITATO E ASSOCIAZIONI PADERNESI

Si è svolta nella sala del consiglio comunale di Paderno un importante appuntamento cittadino a conclusionde dell’iter del progetto redatto dalla Proiter per Serravalle. La Amministrazione ha invitato la Proiter, società di progettazione incaricata da Serravalle per la redazione del progetto di interramento della tangenziale nord a Paderno. Nell’ambito del tavolo tecnico il nostro studio presentava una proposta (sia alla AC di Paderno sia alla Direzione differenze che non tutte riscontriamo nel progetto di cui sopra.

  • l’uscita del tunnel ben oltre la scuola Curiel
  • lo spostamento della uscita da Rho verso Milano
  • mitigazioni come la dotazione di impianti atti a contenere l’inquinamento atmosferico filtrando le emissioni
  • la modifica dell’asse in funzione della Milano Meda

Non tutte le richieste sono state oggi recepite e alcuni dubbi restano, e riteniamo siano da risolvere.

Ancora oggi non abbiamo copia di questo studio e non possono svolgere una serena valutazione del progetto che sia proficua e collaboratica per l’obiettivo dell’interramento.

Sono peraltro evidenti, ed anche ai non addetti al lavori, alcune criticità nel parallelo presentato tra progetto preliminare, gli esiti sono pesantissimi in ogni area di intervento (suolo, idrogeologia, ambiente, acustica, ecc).

CONTINUA DOPO IL SALTO

Prendiamo atto che gli uffici comunali approfondiranno le nuove criticità con osservazioni tecniche migliorative che portino ad un progetto dell’interramento che sia veramente condiviso perchè, nonostante si tratti di uno studio preliminare, riteniamo siano da adottare tutte le azioni per abbattere l’inquinamento acustico e atmosferico. Per l’impatto acustico la pressione sonora sull’abitato migliora nettamente con l’interramento e per ben 2 km, con valori che scendono in media di -7 decibel contenendo l’esposizione al rumore per la popolazione.

Le condizioni del confronto tra progetto preliminare e variante interramento devono essere analoghe, e per gli inquinanti in atmosfera si deve adottare pari criterio, perchè sono innumerevoli i progetti di interramento che adottano tecniche di trattamento e filtrazione delle polveri sottili, ed essendo in ambito urbano densamente edificato, visto il numero dei veicoli in percorrenza (40.000.000 anno) le emissioni di PM10 non devono essere concentrate ad inizio e fine tunnel senza prevedere opportuna moderazione dell’impatto sia a Villaggio Ambrosiano sia a Calderara.

Oggi c’è un progetto di interramento e questa è la migliore notizia che il comitato potesse ricevere. Che tale progetto si possa fare è una realtà che riteniamo non trascurabile.

Abbiamo appreso che le forze politiche, i settori interessanti chiedono la attivazione di tavoli di concertazione per discutere delle risorse, ed oggi serve questo cambio di passo. Auspichiamo quindi la risoluzione a tutti i livelli, e noi continueremo con la disponibilità riscontrata da tutti voi a dialogare e partecipare al processo affinchè esso sia definitivamente condiviso.

Arch. Fabrizio Allegro

Ing. Ferruccio Porati

L'ARCH. ALLEGRO A PADERNO 7.0: OSSERVAZIONI SULL'INTERRAMENTO DELLA RHO-MONZA, 9.0 out of 10 based on 2 ratings

 

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*