“LOST IN GIRAFFE”, IL FILM DEL WEEKEND: GUARDIANI DELLA GALASSIA VOL. 2

, , Lascia un commento

Guardiani della Galassia, Vol. 2Sabato 06/05: 18.00; 21.00;
Domenica 7/05: 18.00; 21.00;

Vivete pure le vostre vite. Tranquilli, felici e protetti nella vostra mondana routine. Vivete pure le vostre vite. Convinti che i piccoli problemi quotidiani siano i più grandi dell’universo. Vivete pure le vostre vite. Illudendovi che basti chiudere a chiave la porta di casa per essere al sicuro. Vivete pure le vostre vite. Certi che nulla vi potrà mai accadere. Vivete pure le vostre vite. Anche mentre leggete queste righe, i Guardiani della Galassia vegliano su di voi.

Play: «Sun is shinin’ in the sky. There ain’t a cloud in sight» (Mr. Blue Sky – Electric Light Orchestra). Tutte le giornate iniziano più o meno così per Peter Quill che, da quando ha salvato la galassia, salta da un pianeta all’altro coi suoi compagni a bordo della Milano. Di battaglia in battaglia, di mostro in mostro, di ricompensa in ricompensa. Ma la vita sognata da noi aspiranti supereroi non basta a colmare il vuoto nel cuore del giovane Star-Lord che vorrebbe più di ogni altra cosa conoscere suo padre. Un desiderio destinato ad avverarsi sorprendentemente presto.

Guardiani della Galassia Vol. 2, scritto e diretto da James Gunn, è il sequel del primo volume uscito nel 2014 a opera dello stesso regista. Entrambe le pellicole prendono il via dal fumetto targato Marvel Comics nato nel 1969 e riveduto nei protagonisti a partire dal 2008. Chris Pratt è Peter, semiumano con un debole per la musica anni settanta e il cuore tenero. Un ragazzo che sin da adolescente avrebbe voluto come padre David Hasselhoff (Baywatch, K.I.T.T., Supercar), ma si scopre figlio di un uomo di mezz’età con misteriosi poteri e l’enigmatico nome di Ego.

L’attore torna nello spazio dopo Passengers (Morten Tyldum, 2016) e per di più ancora alle prese con animali strani come in Jurassic World (Colin Trevorrow, 2015). Completano il team galattico Zoe Saldana (Star Trek Beyond, Avatar) nei panni dell’assassina verde Gamora, l’ex-wrestler Dave Bautista (Spectre, Riddick, L’uomo coi pugni di ferro) che interpreta Drax il Distruttore, il procione alieno Rocket Raccoon e Baby Groot che, per quanto non dubiti esservi già noto, qui proverò a definire come un baby uomo-albero.

L’Universo Cinematografico Marvel ormai ci ha abituati a uno standard preciso: mostri, azione e divertimento e Guardiani della Galassia Vol. 2 non si fa mancare niente. Scontri con le bestie più impensabili, inseguimenti interstellari, umorismo ironico e scorretto. Comunque nessuno si offenderà. Almeno che voi non siate originari di Centauri IV, che non abbiate improbabili nomi di battaglia o appariscenti antenne che vi spuntano dalla fronte. Chi lo chiama “cinema d’evasione” di certo non ha tutti i torti. Ma, tra mille colpi di scena, il film affronta i temi dell’amicizia e della famiglia con interessanti declinazioni, alcune anche molto attuali. Seppur aliene, ovviamente.

Il mondo americano dei fumetti si divide tra Marvel e DC Comics. La galassia cinefila tra chi va a guardare e chi no questi blockbuster. L’universo, invece, dice Drax, tra gli esseri che ballano e quelli che non ballano. E voi, riuscite davvero a restare fermi?

 

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*