“LOST IN GIRAFFE”, IL FILM DEL WEEKEND: THE GREATEST SHOWMAN

, , Lascia un commento

Sabato 30/12: 19.15, 20.30, 21.30, 22.45, 23.45;
Domenica 31/12: 11.00, 19.15, 20.30, 21.30, 22.45, 23.45;

Lo chiamano ciarlatano, truffatore o imbroglione ma in realtà la storia è un po’ più complicata di così. La prima colpa di Phineas Taylor Barnum è di essere nato figlio di un umile sarto, ma di sicuro non è stata una sua scelta. Poi bisogna ammettere che si è innamorato di Charity pur sapendola appartenere ad una ricca famiglia aristocratica. Ma forse lo sbaglio vero è stato il prometterle una vita senza rinunce e, nella sua corsa al successo, aver trovato il coraggio di sognare oltre ogni limite ed immaginazione.

Prorompente e inarrestabile, arriva al cinema The Greatest Showman, il musical che segna l’esordio dietro la macchina da presa di Michael Gracey. Un progetto partito nel 2009 con protagonista Hugh Jackman nei panni dell’imprenditore e cineasta statunitense P. T. Barnum. Ambientato a metà ottocento, la pellicola racconta l’ascesa dell’inventore del circo a tre piste, colui che sedusse le folle esibendo il “mai visto” davanti agli occhi dei suoi spettatori. Senza gli artigli di Wolverine, Jackman è un esperto del recitare cantando, sia a Broadway che sul grande schermo, basti pensare al suo Jean Valjean ne Les Misérables di Tom Hooper con cui si è aggiudicato numerosi premi. Con lui, nella parte di quello che diventerà il suo socio in affari, uno Zac Efron che, come ben ricorderete, oltre ad aver recitato in Hairspray – Grasso è bello, deve la sua notorietà al film per la televisione High School Musical realizzato dalla Disney nel 2006.

Le scenografie e i costumi sono perfetti tanto quanto lo script di Bill Condon, sceneggiatore di Chicago (Rob Marshall, 2002) e regista del più recente La bella e la bestia con Emma Watson e Dan Stevens. La colonna sonora è di John Debney (La passione di Cristo, Sin City, Le follie dell’imperatore) mentre le canzoni sono di Benj Pasek e Justin Paul, due compositori noti come Pasek and Paul che, per quanto non abbiano dimostrato troppa fantasia nello scegliersi il nome d’arte, scrivendo City of Stars per il La La Land di Damien Chazelle si sono portati a casa Golden Globe e Oscar 2017. Per The Greatest Showman, volerà alle nomination più prestigiose This is me cantata da Keala Settle. L’attrice hawaiana che interpreta la donna barbuta, una dei freaks che Barnum sottrae al giudizio del popolo per farne una star nel proprio spettacolo, dà voce al pezzo che potrebbe diventare un inno universale al diritto di esistere contro ogni forma di discriminazione.

Una trascinante storia fatta di ritmo, energia e colori. Tra amori che non temono le differenze sociali ed emarginati che sognano l’altrui rispetto, un Hugh Jackman in splendida forma vi accompagnerà in un’esperienza frenetica ed appassionante assolutamente da non perdere.

 

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*