CONSIGLIO COMUNALE, LA LEGA PRESENTA 7 MOZIONI + 1 INTERROGAZIONE E CHIEDE LA CONVOCAZIONE DEL CC

, , (Nessun Commento)

1255079642683_consiglio_comunaleLa Lega ha presentato una richiesta di convocazione del Consiglio Comunale per discutere di alcuni temi e problemi. Di seguito il comunicato stampa.

La Lega chiede la convocazione di un Consiglio comunale per parlare finalmente di Paderno Dugnano!

La Lega ha presentato oggi in Comune una richiesta di convocazione di Consiglio comunale in seduta straordinaria per parlare finalmente dei temi che stanno a cuore ai padernesi. Il Regolamento del Consiglio comunale, infatti, consente ad un quinto dei consiglieri in carica di chiedere al Presidente la convocazione dell’assemblea con un determinato ordine del giorno entro 20 giorni dalla richiesta: la Lega con i suoi 6 consiglieri ha deciso di esercitare questo diritto.

Dopo 4 mesi dalle elezioni, infatti, non abbiamo ancora visto nessuna proposta concreta per la città da parte della Giunta e nemmeno una discussione utile in Consiglio comunale sui veri problemi dei Padernesi. Per questo motivo, i Consiglieri della Lega hanno deciso di presentare ben 8 documenti tra mozioni, ordini del giorno, interrogazioni e una proposta di regolamento per discutere in Consiglio di questioni importanti come la riqualificazione di Palazzo Sanità e del Parco Lago Nord, la sicurezza dei padernesi, la tutela della famiglia e dei minori, una migliore viabilità.

In questo modo, tutti i Consiglieri comunali avranno l’opportunità di esprimere la loro opinione ed il loro voto su temi così rilevanti. La Lega vuole parlare di Paderno Dugnano!

Ecco l’ordine del giorno presentato:

  • Comunicazioni;
  • Interrogazione *;
  • Ordine del giorno “Verità per Bibbiano”, presentato dal Consigliere comunale Boatto Francesco del gruppo Lega Paderno Dugnano;
  • Mozione sulla “Istituzione del Servizio di Unità Cinofila ai sensi dell’art. 28 bis del Regolamento del Corpo di Polizia Locale vigente”, presentata dal Consigliere comunale Papaleo Annunziato del gruppo Lega Paderno Dugnano;
  • Mozione per “Nuovi investimenti comunali per potenziare la sicurezza sul territorio“, presentata dal Consigliere comunale Papaleo Annunziato del gruppo Lega Paderno Dugnano;
  • Mozione per azioni di controllo e monitoraggio minori in affido e comunità, presentata dal Consigliere comunale Boatto Francesco del gruppo Lega Paderno Dugnano;
  • Mozione sulla riqualificazione di Palazzo Sanità: applicazione dell’avanzo di amministrazione, presentata dai Consiglieri comunali Bogani Gianluca e Rienzo Francesco del gruppo Lega Paderno Dugnano;
  • Mozione sulla riqualificazione del Parco Lago Nord: applicazione dell’avanzo di amministrazione, presentata dai Consiglieri comunali Bogani Gianluca, Mosconi Mario e Rienzo Francesco del Gruppo Lega Paderno Dugnano;
  • Istituzione del registro comunale della bigenitorialità e approvazione regolamento, deliberazione proposta dal Consigliere comunale Rienzo Francesco del gruppo Lega Paderno Dugnano;

*
- Interrogazione “Esistenza di barriere architettoniche ed estrema pericolosità della Via per Cassina Nuova e altre vie periferiche”, presentata dal Consigliere comunale Landro Alessandra del gruppo Lega Paderno Dugnano

Continua a leggere →

CONSIGLIO COMUNALE, IL RISCALDAMENTO GLOBALE TRA LE SCENETTE DI GIURANNA E LE INTEMPERANZE DI CASATI

, , (Nessun Commento)

giuranna-perde-la-pazienza-durante-il-consiglio-comunale-paderno-dugnano

La scenetta di Giuranna durante il consiglio comunale mentre parla il Capogruppo leghista Bogani

Un consiglio comunale (quasi) del tutto inutile. Quasi perchè l’unico argomento di rilievo è stato il piano del diritto allo studio 2019/2020 per le nostre scuole, che purtroppo contiene il taglio del bonus libri per le famiglie dei ragazzi delle scuole medie (di cui già vi abbiamo parlato abbondantemente).

Questa purtroppo è stata l’impressione al termine del primo consiglio comunale post vacanziero. 6 ore fiume di consiglio, infatti, sono state dedicate per la maggior parte a discutere una delibera del neo assessore Giuranna ed un’ordine del giorno della sua maggioranza (non proprio tutta la maggioranza, visto che la Presidente Arosio, anche capogruppo e unico consigliere di 7 frazioni, ha fatto sapere che non svolgerà più i propri compiti di consigliere comunale per mantenere imparzialità nel ruolo che ricopre. Peccato che, accettando questa nomina ed il compromesso con il centrosinistra/sinistra, rinuncerà a rappresentare i cittadini che hanno votato la sua lista, ma poco importa evidentemente).

Ma tornando ai “contenuti”, la delibera e l’odg sopra citati avevano ad oggetto il riconoscimento che nel mondo c’è un problema di riscaldamento globale (ma davvero?). Avete capito bene, il nulla mischiato col niente. Non un contenuto ambientale per Paderno, se non quanto fatto in questi 10 anni dal centrodestra. In particolare la delibera di Giuranna conteneva l’adesione al “Patto dei Sindaci” europeo, che obbliga a redigere un piano per contrastare le emissioni inquinanti.

La Lega, prima in commissione e poi in consiglio, ha chiesto quanto costasse questo piano che ci obbligavano a redigere. Ma non ha avuto risposta. L’assessore Giuranna non lo sapeva (qualche consigliere ha sparato ahimè cifre a caso). Così come non ha saputo rispondere quando il sottoscritto ha chiesto se la competenza di questa delibera non fosse della giunta (come avvenuto nel 2009) anzichè del consiglio. Un mancanza di rispetto verso i consiglieri che hanno votato senza avere tutti gli elementi per farlo consapevolmente.

In tutto questo l’unica cosa che ha saputo proporre Giuranna, nella trattazione in consiglio della sua prima delibera da assessore, è stata una patetica scenetta che vedete nell’immagine sopra. Mentre il capogruppo leghista Bogani chiedeva ancora che costo avesse il piano delle emissioni, Giuranna si è alzato, è andato dietro la telecamera che inquadrava Bogani, lo ha interrotto e col ditino ha urlato “non è vero”, tra le risate dei suoi consiglieri (qualcuno ha gridato anche “grande Giovanni”). Salvo porgere le proprie scuse al consiglio comunale successivamente, che purtroppo non sono servite a fargli evitare una brutta figuraccia.

Un consiglio, dunque, non solo inutile e dannoso, ma a tratti patetico. La maggioranza ha accusato la Lega di tenere toni troppo alti. Ma scusate, cosa dovrebbe fare l’opposizione di fronte ad un consiglio comunale in cui niente è stato discusso per Paderno se non vacuità ed ovvietà proposte dai Verdi/Insieme per cambiare?

Per concludere l’assemblea in “bellezza”, il Sindaco Casati ha perso la pazienza, prima alzando la voce contro Bogani e la consigliera della Lega Landro poi minacciando che non risponderà come Sindaco e giunta nei prossimi consigli alla richieste e domande della Lega. Caro Sindaco, posso capire che i toni siano stati accesi, ognuno ha il proprio carattere e i propri toni, ma cosa si dovrebbe fare di fronte ad un inizio simile di consiliatura? Quando parleremo della nostra città? Si ricordi che lei non ha il dovere di rispondere a noi come persone, ma come rappresentanti dei cittadini di Paderno Dugnano che hanno voluto la Lega in consiglio con ben 6 consiglieri.

Se volete collaborare e dialogare la Lega è pronta e disponibile, ma parliamo di cose serie!

Continua a leggere →

PALAZZOLO, APPUNTAMENTO CON LA FESTA PATRONALE DELL’ADDOLORATA

, , (Nessun Commento)

manifesto-piantina-piccolo-1-pdf-717x1024Come ogni terza terza settimana del mese di Settembre, a Palazzolo Milanese prendono il via le celebrazioni della Festa Patronale dell’Addolorata, di cui si festeggia una ricorrenza speciale essendo il 270° anno.
Tra i tradizionali appuntamenti religiosi, oltre alla Santa Messa Solenne di Domenica 15 Settembre, si segnala la processione di Lunedì 16 Settembre, con la presenza dell’Arcivescovo di Milano, Mons. Mario Delpini, in occasione dell’importante anniversario dell’entrata in paese della reliquia tanto venerata dai fedeli palazzolesi.
Numerose le iniziative popolari per le principali strade di Palazzolo che saranno chiuse al traffico la sera di Sabato 14 Settembre dalle 19 alle 24 e per tutta la giornata di Domenica 15 Settembre dalle 7 alle 22.
Per scoprire il fitto programma, potete cliccare su questo link, dove sono elencati tutti gli eventi.

Continua a leggere →

FESTA DELLA LEGA DI PADERNO DUGNANO, DAL 12 AL 15 SETTEMBRE AL PARCO TOTI

, , (Nessun Commento)

festa-lega-martesana-di-paderno-dugnano-12-15-settembre-2019

Si terrà da giovedì 12 a domenica 15 settembre 2019 la tradizionale Festa della Lega di Paderno Dugnano, che riunisce tutta l’area provinciale della Martesana. Ogni sera a partire dalle 19 presso il Parco Toti di Via Serra saranno disponibili cucina e bar, intrattenimento, musica e stand. Oltre agli interventi di moltissimi esponenti politici della Lega. Il programma completo è disponibile nella locandina in basso.

festa-lega-martesana-di-paderno-dugnano-12-15-settembre-2019-programma

Continua a leggere →

“SENAGO IN FIORE 2019″, DA OGGI E FINO A DOMENICA LA FESTA PATRONALE DI SENAGO

, , (Nessun Commento)

Vi segnaliamo per questo weekend da oggi e fino a domenica 8 settembre “Senago in Fiore 2019″, la festa patronale del Comune di Senago che trasforma la città nella “capitale” dei fiori con allestimenti, bancarelle, negozi aperti e proposte culinarie. Questa sera si comincia con l’apertura della festa nel Parco Monzini e la Silent Disco alle 22 per proseguire sabato e domenica con il mercato dei fiori per le vie del centro, negozi aperti e iniziative. Non mancherà sabato sera il tradizionale Calici sotto le stelle.

Qui potete trovare ulteriori informazioni, insieme al programma completo.

Continua a leggere →

PALIO DELLE CONTRADE DI PADERNO, II RIEDIZIONE IL 7 E L’8 SETTEMBRE

, , (Nessun Commento)

Si svolgerà questo fine settimana la II riedizione del Palio delle contrade per la Festa patronale di Santa Maria Nascente a Paderno. Già nella settimana in corso è stato possibile vedere i palazzi e le villette del quartiere addobbati con fiocchi e nastri del colore della propria contrada: fiume, stelle, verde, sole (pure chi vi scrive non ha esitato a farlo).

Si tratta di una bellissima iniziativa per riscoprire il proprio quartiere, fare rete con i propri vicini (che in molti casi nemmeno si conoscono), divertirsi e far divertire la propria famiglia. Sono in programma molte iniziative e tante competizioni a cui ognuno può partecipare in rappresentanza della propria contrada. Il programma completo è reperibile sul sito dell’ODB di Paderno (ma anche sui profili social del Palio), mentre qui trovate il volantino della manifestazione con le info utili.

Continua a leggere →

PONTE CICLOPEDONALE DI PALAZZOLO, LE CONSEGUENZE NEL SEGNO DELL’INCURIA

, , (Nessun Commento)

Chi è solito a camminare, correre o pedalare tra i parchi di Palazzolo sicuramente non potrà non essersi accorto della brusca interruzione presso il ponte ciclopedonale del Parco del Seveso, che attraversa l’omonimo fiume e la ferrovia Milano-Asso, in condizioni estremamente critiche.
A causa di un cedimento del parapetto in legno, che comporta condizioni di grave pericolo di caduta per gli utenti del percorso, un’ordinanza della Città Metropolitana dello scorso 29 Aprile, dopo numerosi sopralluoghi effettuati per monitorare lo stato dell’infrastruttura e un vano tentativo di messa in sicurezza dello stesso parapetto, ha sancito la chiusura del ponte a tempo indeterminato.
Tale ordinanza nel corso delle settimane non è stata rispettata del tutto, dato che molti utenti, ignari del pericolo, preferiscono percorrere la passerella, punto focale che permette una percorribilità più fluida del percorso lungo il Canale Villoresi, e nemmeno le transenne, con tanto di percorsi alternativi, atte a rendere invalicabile il ponte sono servite a bloccare il flusso di persone. C’è da constatare però che a distanza di settimane, nonostante la gravità della situazione, nulla è stato fatto per mettere in sicurezza il parapetto, anzi, ormai è crollato a terra e altre porzioni stanno dando ulteriori segni di instabilità.

Purtroppo, questa situazione del ponte ciclopedonale di Palazzolo non è per noi una novità. In tempi non sospetti, avevamo già segnalato più volte su questo blog delle precarie condizioni d’instabilità in cui versa tale passerella. E la nostra intenzione è di fare un po’ di ordine sulla vicenda.
L’infrastruttura risale ormai a dieci anni fa ed è stata costruita allo scopo di favorire il collegamento della pista ciclabile lungo il Canale Villoresi, reso impossibile dalla ferrovia e dal fiume Seveso che ne interrompe la fluida percorrenza. Il ponte, dalla lunghezza di circa 300 metri, è stato realizzato in legno lamellare con le strutture portanti in acciaio patinabile in lega ad alto contenuto di rame. Il progetto, dal costo complessivo di 1.400.000 euro, è stato finanziato dalla fu Provincia di Milano – che ha investito 971.000 euro – e dall’allora Giunta Massetti a cui sono spettati i restanti 429.000 euro. Si tratta di un’opera fondamentale dal punto di vista paesaggistico, che permette un miglior collegamento col sopracitato percorso che segue tutta l’alzaia del Canale Villoresi dal Ticino fino a Monza.
Purtroppo nel giro di pochi anni il ponte si presentava già in uno stato di usura al punto da compromettere la sicurezza di chi lo utilizzava: marcescenza dei corrimano in legno (dovute a numerosi infiltrazioni d’acqua); instabilità dei piloni di sostegno, a causa della mancanza del loro riempimento sul terreno; crepe nel percorso che col tempo è sempre più inclinato.

Alla luce dei fatti, non si tratta di un singolo problema di cedimento di una parte del parapetto, ma è il ponte nella sua interezza ad averi seri problemi strutturali e il corrimano ceduto è soltanto una delle piccole conseguenze di tale incuria.
La gestione dell’infrastruttura è di competenza della Città Metropolitana di Milano, ma ai tempi delle prime segnalazioni, quando era ancora Provincia di Milano, l’ente ha sottovalutato la gravità della situazione, assicurando interventi di messa in sicurezza, che alla fine sono risultati molto blandi.
In seguito, l’oblio. Nessun tipo di manutenzione pare essere stato effettuata e le continue segnalazioni agli enti locali preposti sono rimaste inascoltate, fino ad arrivare alla situazione che conosciamo.
Formalmente la chiusura della passerella è a tempo indeterminato, perciò non siamo a conoscenza di quando verranno svolti gli interventi di messa in sicurezza, anche se a giudicare dalle condizioni generali del ponte, è necessario una sostanziosa opera di manutenzione straordinaria o, addirittura, di procedere alla demolizione del ponte per ricostruirne uno più sicuro e stabile.

Ricordiamo come nel nostro Paese una corretta gestione delle infrastrutture è condizione indispensabile per evitare eventuali disastri e garantire la sicurezza dei cittadini. Questa condizione vale anche per semplici passerelle in legno. Quello che ci auguriamo è che il Comune si faccia alla svelta portavoce presso la Città Metropolitana al fine di sollecitarla a intervenire il più presto possibile. I cittadini di Paderno Dugnano, ma anche tutte le persone provenienti dagli altri Comuni che frequentano la ciclabile del Villoresi, lo chiedono a gran voce.

Continua a leggere →