IL SEVESO CONTINUA A STUPIRE: GLI SCARICHI LO COLORANO DI LILLA, MA SOLO PER POCO.

, , 1 Commento

seveso lilla

Dopo aver visto questa foto la maggior parte di voi starà pensando ad un fotomontaggio o allo scherzo di qualcuno: tuttavia chi si trovava a passare dalle parti del fiume Seveso Mercoledì 1 Dicembre sa che questa foto è assolutamente vera. Difatti, fin dalle prime luci dell’alba, a chi vive vicino al fiume e a coloro che passavano nei dintorni si è reso visibile questo singolare fatto: il Seveso era diventato lilla! Un po’ sconcertato da questo fatto ho contattato immediatamente via mail l’Amministrazione Comunale, per chiedere spiegazioni sull’accaduto. E le risposte, fornite dalla Dottoressa Ivana Casciano, responsabile del Comune, non hanno tardato ad arrivare: difatti, la mattina di Venerdì 3 Dicembre, è arrivata la risposta  che fuga ogni dubbio, con allegato anche il comunicato della Ditta Clariant di Palazzolo, “responsabile” del misfatto, che si è adoperata immediatamente per la sua risoluzione.

Ecco la mail della Dott.ssa Casciano:

“A seguito di segnalazioni pervenute all’Ufficio Ecologia nella mattinata di martedì 01/12/2009, riguardanti l’anomala colorazione violetta del torrente Seveso, il sig. Monti dell’ufficio Ecologia si è recato sul posto per verificare quanto segnalato e individuare la possibile fonte dell’inquinamento. Sul posto verificava che la problematica aveva inizio in corrispondenza della ditta Clariant di Via Manzoni a Palazzolo.

Si è recato presso la ditta ed con il direttore della ditta, Ing. Seita, ha effettuato un’ispezione dell’impianto di depurazione e dello scarico nel Seveso delle acque di raffreddamento provenienti dallo stabilimento: entrambi in quel momento sono risultati in ordine e privi di ogni traccia di inquinamento.

Successivamente nella mattinata una più approfondita ricerca, effettuata da parte della ditta, ha evidenziato una piccola perdita che dal terreno della sponda giungeva fino al torrente. La sostanza che fuoriusciva proveniva dall’interno dello stabilimento: è stata quindi ipotizzata una rottura della fognatura interna.

La ditta ha isolato immediatamente il tratto di fognatura interessato ed in effetti lo sversamento nel torrente è cessato. (Si allega nota da parte della Clariant)

Sempre in mattinata si è provveduto ad avvisare il personale tecnico di Arpa dell’accaduto. Nel pomeriggio è stato effettuato un sopralluogo congiunto in Clariant. Si è costatato che l’intervento per impedire la fuoriuscita era efficace.

 Alla ditta è stato inoltre richiesto di presentare, entro 15 giorni, cronoprogramma degli interventi definitivi che dovranno essere attuati e le schede di sicurezza dei prodotti sversati.

Sia ieri mattina(2/12) che stamattina (3/12) è stato effettuato sopralluogo sul Seveso per controllare il ritorno alla normalità delle acque.

A disposizione per ogni ulteriore chiarimento o aggiornamento.

Cordiali saluti”

Tutto si è concluso per il meglio, tanto che già la mattina seguente (02/12) il Seveso aveva ripreso la sua normale colorazione. Un sentito ringraziamento da parte di tutti i cittadini di Paderno Dugnano va all’Amministrazione Comunale, soprattutto all’Assessorato all’Ecologia, che si è mosso con tempestività per risolvere il problema, che poteva avere gravi ripercussioni ambientali sul già martoriato territorio sulle rive del Seveso, e ha provveduto all’immediata convocazione dell’ARPA che ha effettuato i sopralluoghi per controllare che tutto fosse stato fatto al meglio.

DI SEGUITO IL COMUNICATO DELLA CLARIANT
(continua…)

Continua a leggere →

DOMANI A PALAZZOLO FESTA ORGANIZZATA DALL’ACAP

, , (Nessun Commento)

A seguito di una mail di PAOLO12, ci tengo a segnalarvi un evento interessante che si terrà domani pomeriggio a Palazzolo. Abbiamo parlato dell’apertura di via Coti Zelati e di come i  commercianti palazzolesi stiano cercando di portare di nuovo famiglie ed abitanti nel centro del quartiere, gravemente danneggiato dall’assenza totale di circolazione nell’arco di questi mesi. Ecco appunto che il nostro lettore vuole ricordarci come domani 13 dicembre alle 15.30 in piazza Lampugnani, ACAP, associazione commercianti artigiani palazzolesi, organizzi una festa con uno spettacolo di jenky, cioccolate gratis per tutti, vin brulee e panettone.

E accanto a tutte queste buone iniziative dei commercianti, ovviamente ci sarà l’occasione per fare gli ultimi regali di Natale sbirciando tra i negozi di Palazzolo. Questa, inoltre, può essere l’opportunità non solo per risollevare un quartiere così importante come Palazzolo, ma anche per fare della beneficienza, dal momento che i commercianti di ACAP sostengono l’Unicef, e in particolare i “ragali per la vita” per recuperare delle dosi di vaccino per prevenire la poliomenite.

Insomma, tantissimi complimenti e partecipate numerosi!

Continua a leggere →

CARA PATRIZIA NON TI DISTURBARE. A PADERNO DUGNANO LA D’ADDARIO NON LA VOGLIAMO!

, , 24 Commenti

Sembrava destinato a diventare l’evento dell’anno. Manco a voler portare Paderno Dugnano ad essere al centro del basso gossip politico e del marciume ,che troviamo purtroppo in questi ultimi mesi sulle pagine dei giornali. La principessa delle escort, niente popò di meno che Patrizia D’Addario, era stata chiamata a fare da madrina alla partita di beneficenza che si terrà sabato 19 dicembre per la Metalli Preziosi. Ed era stata la stessa D’Addario ad annunciarlo sulle principali emittenti televisive su programmi come L’Infedele di Gad Lerner ed Annozero di Santoro, guarda caso per presentare il suo libro prossimo all’uscita.

Peccato che in questi ultimi tempi piccoli gossip stupidi ed inutili portino ad elevare una escort fino a farla diventare un personaggio di dominio pubblico. Della serie, bene o male, l’importante è che se ne parli. E quello che noi tutti ci chiediamo è se possa realmente interessare a qualcuno che il presidente del consiglio sia andato a letto con una donna. Sono stati commessi reati? Soprattutto e a maggior ragione per il fatto che tutti, compresa la sig.na Patrizia, abbiano confermato che Berlusconi fosse all’oscuro del fatto che quelle fossero escort e che la somma (eventuale) data alla D’Addario non era versata certo per alcuna prestazione. Ma, al di là di riflessioni personali, passiamo ai fatti.

La Nazionale Italiana Solidale, capitanata dall’ex portiere della nazionale e della Juventus Stefano Tacconi, si era resa disponibile a partecipare ad una gara di solidarietà in favore della nostra Metalli, contro appunto una squadra composta dagli stessi lavoratori. E qui nulla di strano, anzi lodevole potremmo dire: Tacconi avrebbe voluto portare un personaggio di clamore per spostare l’attenzione dell’Italia intera (e forse non solo) sulle sorti di un’azienda in crisi. Ma arriva il bello: l’ex calciatore avrebbe tenuto nascosto di voler portare come madrina della manifestazione l’escort per eccellenza, proprio la carissima Patrizia D’Addario. Cosa poter volere di più? Una sorpresina ai lavoratori della Metalli, che si sarebbero ritrovati una grandissima professionista, portata alla ribalta da giornalisti senza niente altro di meglio di cui parlare.

Peccato che i lavoratori della Metalli Preziosi non la pensassero così. “Non volevamo farci rappresentare dalla signora D’Addario che ci veniva imposta dalla Nazionale Solidale e abbiamo preferito rinunciare a Tacconi e agli altri giocatori”, ha detto Stefano, uno degli operai organizzatori dell’evento. Appena appresa la triste notizia, infatti, i lavoratori hanno subito deciso di rinunciare a questa possibilità, per non mischiare vicende veramente importanti, come la perdita del posto di lavoro, con persone che cercano solo di portarsi alla ribalta. “Perderemo magari cento biglietti, ma è meglio così. Non vogliamo farci strumentalizzare. L’unica solidarietà che ci sta a cuore è la solidarietà dei nostri concittadini. Lo stesso sindaco Marco Alparone, che avrebbe dovuto concedere soltanto il patrocinio del comune e il parco Toti per la partita, si è detto completamente contrario, rimettendosi alla decisione della Metalli. “La nazionale italiana solidale aveva dato la propria adesione per questa manifestazione di solidarietà. Ci era sembrata una buona idea fino a quando è stato reso noto che la presenza era vincolata ad una propria visibilità e non all’attenzione verso i lavoratori. Siamo lontani dalle luci della ribalta e lo spirito cher ci guida è ‘la città che aiuta la città‘. Il resto mi sembra un basso modo di farsi pubblicità”.

CONTINUA DOPO IL SALTO (continua…)

Continua a leggere →

ARIA DI NATALE A CASSINA AMATA

, , (Nessun Commento)

In occasione del Natale il consiglio di Frazione di Cassina Amata organizza una giornata di festa domenica 13 dicembre. Sarà una giornata ricca di eventi ed attrazioni con la presenza di tante bancarelle natalizie, stand di hobbisti e artigiani del quartiere e la presenza anche di tante associazioni di volontariato che hanno aderito all’iniziativa. Nell’organizzazione si sono coinvolti anche tanti cittadini del quartiere che hanno dato una mano nella realizzazione di questa giornata

Il programma parte sabato 12 ore 21.00 con lo spettacolo teatrale “Fin ch’el dura el borsin del vecio” realizzato dalla compagnia teatrale il Sipario presso l’oratorio San Domenico Savio di via Reali.

Domenica 13 a partire dalle 9 fino alle 18 nelle vie Reali, Cottolengo e Orrigoni vi saranno stand e bancarelle delle associazioni di volontariato, hobbisti e oggettistica natalizia. Possibilità di mangiare caldarroste, panettone e vin brulè e un babbo natale per le fotografie con i bambini.

Alle ore 11.00 S. Messa presso la Chiesa Parrocchiale, alle ore 16.00 Concerto Natalizio del coro Laetitia Candidae Vocis  presso l’oratorio. Durante la giornata possibilità di visitare lo show room d’arte del maestro Milo che ospita una mostra collettiva di grandi maestri dell’arte contemporanea. Nella sede del consiglio di frazione di via Corridori 12 a partire da domenica fino al 23 dicembre mostra di presepi napoletani e non. Il ricavato sarà devoluto in beneficienza per i terremotati dell’Abruzzo.

Siamo tutti invitati a partecipare.

Continua a leggere →

SI E’ COSTITUITA UFFICIALMENTE PADERNO 7.0. AL SERVIZIO SOLO DELLE PROPRIE IDEE.

, , 7 Commenti

Paderno 7.0 Logo

Ce l’abbiamo fatta! Paderno 7.0 On Air è pronta a partire. Ieri finalmente si è costituita la nuova associazione che cercherà di valorizzare Paderno Dugnano. Proveremo, appunto, a fare del nostro meglio, anche perchè chiunque decide di scendere in campo con la propria faccia per testimoniare la propria presenza o per dare un contributo deciso alla propria città, penso, meriti comprensione e rispetto, da qualunque parte si trovi.

Ma passiamo alle persone che ci saranno dietro Paderno 7.0. Al momento, i soci fondatori, a cui se ne aggiungeranno anche altri prossimamente, sono:

FRANCESCO RIENZO

ALBERTO GHIONI

FRANCESCO BRUSCOLINI

LORENZO LOCATELLI

VITO PASCERI

GUERINO SCOTTON

Parlo io a nome di Paderno 7.0, perchè in quest’inizio di avventura la rappresenterò in qualità di presidente. Ma, ovviamente, siamo una squadra che spera, con l’aiuto di chiunque voglia contribuire al nostro lavoro, di costruire veramente qualcosa, nell’ottica anche di una formazione politico e culturale pratica, che si formi concretamente sul campo, al di fuori delle polemiche o ideologie.

Colgo anche l’occasione  di ringraziare tutti coloro che in questi giorni ci hanno augurato un buon lavoro. E vorrei sottolineare come Paderno 7.0 nasca fuori da logiche partitiche di qualsiasi parte e non sia al servizio o seguace di nessuno. Siamo solo al servizio delle nostre idee e di ciò che pensiamo possa far bene a Paderno Dugnano. Come vi ho già raccontato, le nostre idee si inquadrano in un’ottica liberale ben precisa, sarebbe un’ipocrisia negarlo: questo vi spiega il motivo per cui abbiamo sostenuto il candidato Alparone! E a maggior ragione vigileremo affinchè l’operato di questa amministrazione sia realmente quello per cui ci siamo esposti in campagna elettorale, come ci sembra sia stato finora, sostenendo quei gruppi che lo fanno di più di altri.

Vi saluto, e spero che le nostre iniziative possano creare un servizio utile ai noi tutti cittadini!

Continua a leggere →

R&P. IL CAPOGRUPPO PDL RIMOLDI: “CI INDIGNA QUESTO MODO DI FARE POLITICA, DITE LA VERITA’!”

, , 23 Commenti

Manifesto InterramentoRICEVIAMO E PUBBLICHIAMO UNA CORRISPONDENZA DEL CAPOGRUPPO DEL PDL IN CONSIGLIO COMUNALE, MAURIZIO RIMOLDI, INVIATA  QUESTA MATTINA A PADERNO 7.0. IL TEMA RIGUARDA I MANIFESTI AFFISSI IN QUESTI GIORNI DALL’OPPOSIZIONE (vedi foto) SULL’INTERRAMENTO DELLA RHO – MONZA, PER I QUALI, TRA L’ALTRO, LO STESSO RIMOLDI HA PRESENTATO PER IL PROSSIMO CONSIGLIO UN’INTERPELLANZA.

Paderno Dugnano, 5 dicembre 2009

COMUNICATO STAMPA

I partiti ed i movimenti della coalizione che ha perso le ultime elezioni amministrative hanno infestato gli spazi delle pubbliche affissioni con un manifesto sul tema dell’interramento della strada Rho Monza che accusa il Sindaco di Paderno di essere ambiguo e bugiardo .

A parte l’inaudita sfacciataggine di chi ha elaborato e proposto un Piano di Governo del Territorio che prevedeva il tracciato della Rho- Monza sempre e comunque in superficie, con atto di assoluto vassallaggio nei confronti delle scelte dell’allora amministrazione provinciale di centro sinistra, ed ora si firma “forza politica da sempre per l’interramento”; ci indigna la degenerazione di un modo di “fare politica” basato sulla calunnia e sull’insulto ad personam; il mettere alla berlina le persone diffondendo falsità e distorcendo la realtà; l’assoluta mancanza di stile e di autodisciplina di forze politiche che, anche se minoritarie, rappresentano nel Consiglio comunale cittadini elettori verso i quali hanno per lo meno il dovere di dire la verità; e la verità è che il Sindaco Alparone in soli sei mesi di mandato ha profuso un grande impegno per l’interramento della tratta della Rho-Monza, facendo passi avanti nella trattativa con l’ente gestore e con la Provincia, mai compiuti dalla precedente amministrazione;

Mai, in tanti anni di puntuale opposizione, a volte dura, ma sempre critica e costruttiva perché volta a garantire il bene della città e di tutti i suoi abitanti, siamo ricorsi a simili mezzucci infami che nulla hanno a che vedere con il civile pubblico confronto di opinioni, a volte anche molto diverse, ma sempre degne di ascolto e attenzione. Ma si sa, lo stile non è acqua, e il contenuto di certi manifesti, come quello apparso qualche tempo fa a firma di una forza politica non più presente in Consiglio comunale perché dopo anni di partecipazione al governo locale non ha più ottenuto un sufficiente consenso elettorale, non valgono il costo della carta sulla quale sono stampati, anche se riciclata.

Il gruppo consiliare del Popolo della Libertà

La Lista Civica

 

NEL RINGRAZIARE PER LA FIDUCIA, VI RICORDIAMO CHE PADERNO 7.O SARA’ DEL TUTTO OPERATIVO A BREVE, QUANDO L’ASSOCIAZIONE SI CONSTITUIRA’ UFFICIALMENTE.

Continua a leggere →

RIAPRE VIA COTI ZELATI A PALAZZOLO. ERA NECESSARO TUTTO QUESTO TEMPO DI CHIUSURA?

, , 18 Commenti

Chiesa PalazzoloDopo mesi e mesi di chiusura, riapre finalmente Via Coti Zelati, la via centrale di Palazzolo. Una strada tenuta in ristrutturazione per un periodo di tempo, non solo interminabile, ma indefinibile ed indeterminabile, soprattutto da parte di chi l’aveva voluta ed era stato l’artefice della tanto sospirata riqualificazione.

I lavori pubblici suddetti hanno, nel corso dei mesi, procurato dei disagi enormi ai cittadini, che non hanno potuto attraversare il centro di Palazzolo e giungere dalla comasina fino alla parrocchia, ma, soprattutto, un danno irreparabile ai commercianti. I quali, già provati dalla crisi e dalle basse vendite, hanno dovuto sopportare anche una strada serrata ed un blocco che ha coinvolto tutti gli abitanti della zona; la sensazione dei palazzolesi in tutto questo tempo è stata quella di aver chiuso un intero quartiere, essendo via Coti Zelati una strada maestra.

Non possiamo nascondere e riflettere sul fatto che probabilmente questo sia stato uno dei motivi che hanno indotto Palazzolo al cambio di amministrazione, dando la fiducia a Marco Alparone, nonostante l’ex sindaco abitasse in quel quartiere ed avesse lì una base consolidata di elettorato. Sta di fatto che in questi giorni Coti Zelati è stata riaperta al pubblico, dopo un forte interessamento dell’assessore ai lavori pubblici, Angelo Salgaro, il quale ha accellerato i lavori dell’impresa responsabile dell’appalto.

Il bello è che la via, ora adibita a senso unico, se pur riaperta non vede tuttora conclusi i lavori in toto. Le serrande che coprono il Seveso, infatti, sono provvisorie, dal momento che, come ha spiegato lo stesso Salgaro, quelle previste nel progetto originale erano troppo dispendiose per i conti del comune. E soprattutto, le modifiche al progetto sono state necessarie per non indugiare ulteriormente nei lavori, dal momento che l’amministrazione aveva promesso ai cittadini di concludere il tutto prima della pausa natalizia.

L’associazione che riunisce i piccoli commercianti palazzolesi si ritiene comunque soddisfatta per la riapertura, e sta organizzando diverse iniziative per riportare abitanti ed altre persone nel centro del quartiere, aprofittando delle feste di Natale e delle domeniche di apertura speciale. Per esempio con un Babbo Natale che girerà per tutto il quartiere allietando i bambini, e tanto altro ancora.

Continua a leggere →