PCP: PADERNO COMIX POST. REPORTAGE SU “BUONANOTTE, PUNPUN”: IL MALE DI VIVERE DI UN RAGAZZO GIAPPONESE

, , 1 Commento

Buona notte Pun Pun www.paderno7onair.it PCP

“Mio Dio, mio Dio,

Trilla, Gira, Op là!”

“Buonanotte, Punpun” è un manga di Inio Asano pubblicato per la prima volta in patria nel 2007 e tuttora in corso. L’opera appartiene al genere “slice of life” (opera di stampo realistico sulla vita quotidiana) ma contiene diversi elementi atipici, a partire dall’aspetto del protagonista, il piccolo Punpun Punyama: egli, e tutta la sua famiglia con lui, è raffigurato come una sorta di “fantasmino” con una sorta di becco d’uccello. Questa bizzarra scelta grafica è funzionale all’obbiettivo che si pone il manga, cioè seguire la crescita della persona qualunque dall’infanzia alla maturità e focalizzare gli eventi che portano alla formazione dell’individuo adulto. Punpun dunque è in personaggio creato per non essere nessuno di particolare, tanto che durante la narrazione non parla mai direttamente, ci vengono semplicemente riportati i suoi pensieri e alcune sue frasi ; il lettore dovrà dunque immedesimarsi totalmente in lui, e vi garantisco che capiterà spesso di trovarsi a rivivere esperienze o emozioni della propria infanzia o adolescenza.

Il male di vivere

L’aspetto del protagonista non deve però trarre in inganno in quanto Asano non vuole in alcun modo addolcire la pillola, e la dura esistenza che Punpun si trova a condurre ne è la prova. La vita del protagonista è costantemente segnata da eventi traumatici come la separazione dei genitori, l’indifferenza della madre nei suoi confronti, l’impossibilità di mantenere le promesse fatte a chi ama e, elemento di estrema rilevanza, la scoperta della propria sessualità e il turbamento che ne deriva. Mentre la sua vita si trasforma in un abisso di sconforto Punpun subisce una parallela degenerazione; se prima riusciva a pensare ad una soluzione per i suoi problemi con l’ottimismo di un bambino, crescendo egli si fa più disilluso, più cinico, finendo per diventare una persona estremamente triste e sola che indossa una maschera da bravo ragazzo studioso. Punpun non è l’unico ad essere sopraffatto dal male di vivere: capiterà abbastanza spesso che la sua vicenda si intrecci con le vite di altri personaggi, anch’essi preda del più totale sconforto e, soprattutto, irrimediabilmente soli.

DOPO IL SALTO, LA CRITICA ALLA SOCIETA’ GIAPPONESE

La società dell’apparenza

“Buonanotte Punpun” può anche essere letto come una critica all’odierna società giapponese, vista come soffocante e indifferente nei confronti dell’individuo. L’omologazione della massa è la via che la società propone per il raggiungimento della felicità, ed è proprio per questo che Punpun nel suo momento di massimo sconforto sceglie di essere un ragazzo come un altro: quello che la società gli comunica è che la propria identità è solo un ostacolo. Tuttavia i legami che Punpun riesce a creare in questo modo sono effimeri e fasulli e tutto ciò che ne ricava è un disagio ancor più profondo. Qualora ci si renda conto di quanto turpe sia il sistema e si cerchi di uscirne la pena è l’esilio dalla quotidianità, con conseguenze tragiche per la psiche: è quello che succede allo zio di Punpun, Yuichi Onodera. Lo stile di Asano si adatta perfettamente anche a questo tipo di messaggio, difatti i personaggi principali (ad eccezione di Punpun e famiglia) sono raffigurati con estrema espressività e realismo, così come le varie ambientazioni in cui la storia si svolge. Questo però non nega all’opera una buona dose di sperimentalismo grafico; particolarmente interessanti sono le espressioni contorte e inquietanti di alcuni personaggi secondari, generalmente persone totalmente “corrotte” dalla società, ad ulteriore dimostrazione dell’effetto distorcente e distorto che quel sistema ha sugli individui che lo abitano.

Leggi la presentazione della nuova rubrica PCP clikkando qui

— Per conoscere le altre curiosità di PCP Paderno Comix Post, clikka qui oppura sull’omonima rubrica nella bara a destra del blog —

 

Una Risposta

  1. avatar OSHMKUFA 2010

    02/10/2012, 04:03 pm

    Yo, bell’articolo! Direi che hai colto nel segno. El Psy Congroo

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*