SCUOLE DI PADERNO CHIUSE PER NEVE DOMANI 22 DICEMBRE. SITUAZIONE STRAORDINARIA: ARRIVA L’ESERCITO A MILANO (FOTO)

, , 11 Commenti

IMG_0216Il Sindaco ha da poco emesso l’ordinanza di chiusura di tutte le scuole di Paderno causa neve, così come avverrà domani a Milano.

La situazione è veramente straordinaria, dal momento che entro stasera sono attesi più di 20 cm di neve. I mezzi spala-neve e spargisale sono in operazione da diverso tempo, così come avvenuto qualche giorno fa in largo anticipo per sgomberare le strade (e da noi documentato); il problema, però, è che la neve è veramente copiosa e resistente, e continua ad aumentare di centimetro in centimetro con il passare delle ore.

La Milano – Meda è stata chiusa nel tardo pomeriggio, e si raccomanda di non prendere l’auto se non per emergenze, dal momento che tutte le strade sono bloccate. E questo provoca anche un rallentamento del lavoro degli spala-neve, considerato che questo è l’orario di punta. Dei lettori ci segnalano di averne visti alcuni in entrata a Paderno in via Cesare Battisti verso le 19.30 in coda con le altre automobili.

- News: il ministro Ignazio La Russa ha disposto l’invio dell’esercito a Milano per provvedere a spalare la neve dalle città strette nella morsa del gelo.

Dopo il salto vi mostriamo alcune immagini di quello che sta succedendo intorno alla zona della biblioteca Tilane.

[Aggiornamenti in corso da Francesco Rienzo]

SCUOLE DI PADERNO CHIUSE PER NEVE DOMANI 22 DICEMBRE. SITUAZIONE STRAORDINARIA: ARRIVA L'ESERCITO A MILANO (FOTO), 6.0 out of 10 based on 1 rating

 

11 Risposte

  1. avatar Simone Carcano

    12/21/2009, 10:55 pm

    Sono ben felice di constatare che rispetto all’ultima nevicata seria (quella dello scorso gennaio) c’è un elemento in più: l’informazione. Difatti 11 mesi fa ricordo personalmente che le informazioni circa l’apertura delle scuole (immediatamente dopo le festività) erano parecchio contradditorie. Scuole aperte con parcheggi inagibili, servizio mensa sospeso, insegnanti bloccati per le strade per poi mandare tutti a casa a metà mattina. Chi poteva.

    Ammiro molto di più la totale chiusura delle scuole sin da ora.

    Ora aspetto di verificare la pulizia delle strade, a gennaio vedere uno spargisale era un miraggio….

    Saluti nevosamente innevati!

    VN:R_U [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. avatar Francesco Rienzo

    12/21/2009, 11:12 pm

    Concordo Simone. Questa è una situazione di emergenza molto pesante, che è da anni che non si verifica, altrimenti l’esercito non si spiegherebbe per spalare la neve: gli spalaneve non bastano più! In queste situazioni poi la chiarezza è fondamentale.

    VN:R_U [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. avatar ettore

    12/21/2009, 11:17 pm

    scusate ho scritto il commento del bilancio nell’articolo della neve, comunque ho visto l’assessore ai lavori pubblici “Salgaro” coadiuvare una squadra di spala-neve, era con il badile poi si è seduto subito nella panda. scherzi a parte è presente sul teritorio.
    sono d’accordo con simone per l’informazione e per i problemi arrecati ai bambini, mentre non condivido il fatto che gli insegnanti restino bloccati per strada, possono partire prima per raggiungere il posto di lavoro, come facciamo noi tutti, non è mica una categoria privelegiata!.

    VA:R_U [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  4. avatar Simone Carcano

    12/21/2009, 11:26 pm

    D’accordissimo che gli insegnanti non siano una categoria privilegiata, però a differenza di tanti altri lavoratori entro l’ora di inizio delle lezioni devono essere in classe, appunto per non creare ulteriore disservizio che in certe occasioni è inevitabile.
    L’impiegato anche se mi arriva con un ritardo in certe giornate può passare, l’insegnante per ragioni di sicurezza è sempre bene che sia puntuale.

    Certo, poi ci sono dei lodevoli esempi che tutti dovrebbero seguire, nella mia carriera di studente ricordo di un Insegnate che era sempre puntuale e preciso in qualsiasi occasione: dalla pioggia, alla neve; dalla bora, alle piogge acide. Era solito arrivare in classe ancora prima degli studenti, certo: poi questi pensavano che dormisse a scuola per essere così puntuale. Ma questo è un altro discorso.

    VN:R_U [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  5. avatar ermino

    12/21/2009, 11:27 pm

    Quindi le scuole rimangono chiuse perchè gli insegnanti sono dei privilegiati. Io li frusterei sti fannulloni. Fantastico Ettore

    VA:R_U [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  6. avatar Simone Carcano

    12/21/2009, 11:31 pm

    Ma che c’entrano gli insegnanti privilegiati e fannulloni.
    L’insegnante è solo un tassello all’interno del sistema scuola.
    Sempre in condizioni meteo particolarmente avverse, bisogna tenere ben presente, in primis: l’agibilità delle strutture e i servizi annessi e connessi alla scuola (mensa, autobus, etc.).

    Senza dimenticare il come arrivarci a scuola, quindi la pulizia delle strade.

    Eddaje!

    VN:R_U [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  7. avatar Francesco Rienzo

    12/21/2009, 11:32 pm

    Io non mi addentrerei in questi discorsi. La scuola è fatta di bambini e ragazzi, e per portarli a scuola si muoverebbe tutta una schiera di macchine che creerebbero non solo disagi ma anche gravi pericoli. Io chiuderei tutte le attività non indispensabili, anche se è difficile, perché qui si tratta di rischiare degli incidenti in queste situazioni.

    VN:R_U [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  8. avatar giorgio r.

    12/23/2009, 11:45 am

    ma perchè per andare a scuola si deve sempre usare la macchina?

    VA:R_U [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  9. avatar Francesco Rienzo

    12/23/2009, 01:31 pm

    Se tu hai la fortuna di abitare di fronte alle scuole no. Moltissimi, se vai di fronte alle scuole, la usano per portare i ragazzi. Basta vedere le code che si creano alle entrate e uscite delle
    scuole. Altrimenti scusa a che serve chiudere le scuole per neve?

    VN:R_U [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  10. avatar giorgio r.

    12/23/2009, 04:46 pm

    scusa ma non mi riferivo al chiudere le scuole per neve ma sull’utilizzo della macchina per portare i figli a scuola, la distanza massima dalla scuola elementare di Cassina Amata con un’abitazione ai margini (via Maresciallo Giardino) si aggira sul kilometro(10/12 minuti a piedi) non credo che sia una cosa impossibile andare a scuola a piedi, eppure tutti i giorni valanghe di macchine si riversano sulla via corridori ‘impestando’ l’aria intorno alla scuola dove si lasciano i propri figli.

    VA:R_U [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  11. avatar Francesco Rienzo

    12/23/2009, 07:15 pm

    Scusami, ma se un bambino va alle ementari i genitori lo lasceranno andare da solo? E gli studenti del Gadda abitano tutti li intorno? E gli insegnanti? È un gran problema in queste situazioni.

    VN:R_U [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*