“SGUARDI URBANI”: IL PROGETTO DELLA VELOSTAZIONE DI PADERNO DUGNANO

, , Lascia un commento

Piazza Berlinguer

Negli anni scorsi ci eravamo occupati in maniera dettagliata di Piazza Enrico Berlinguer, sintetizzando che nonostante fosse uno spazio ben attrezzato, la sua accessibilità era molto limitata. In tale analisi avevamo ipotizzato come la costruzione la realizzazione della nuova stazione ferroviaria di Paderno Dugnano, con il seguente trasferimento del fabbricato viaggiatori nella piazza in questione, avrebbe costituito una nuova centralità per il quartiere, considerando anche la vicinanza con il Centro Culturale Tilane.

Da nuova stazione costruita ex-novo, il progetto di riqualificazione dell’impianto ferroviario si è trasformato in un adeguamento a standard, con costi sicuramente più contenuti, mantenendo il fabbricato viaggiatori sul lato di Via IV Novembre.
In poche parole, Piazza Berlinguer, anche se collegata attraverso uno dei sue sottopassi pedonali, non è direttamente interessata al progetto di riqualificazione da parte di Ferrovienord, tuttavia, in concomitanza dei lavori, l’Amministrazione Comunale ha deciso di realizzarvi una velostazione, cioè una struttura leggera dove poter parcheggiare in sicurezza le biciclette per poi prendere il treno.

Le velostazioni sono considerate elementi fondamentali delle politiche a supporto della mobilità sostenibile e funzionali soprattutto allo sviluppo dell’intermodalità con il trasporto pubblico, diventando un utile strumento per incentivare l’uso dei mezzi pubblici e agevolare l’utilizzo della bicicletta.

Entrando nel merito del progetto, la Giunta ha approvato con delibera n.179 del 20 Ottobre 2016 lo studio di fattibilità e leggendo la relazione tecnica, apprendiamo che la velostazione sarà integrata con la nuova stazione e connessa con i servizi pubblici presenti nel quartiere, come la biblioteca, la Scuola De Marchi e le varie attività commerciali del Quadrilatero.
L’intervento prevede il recupero degli elementi di arredo urbano della piazza in disuso: le pensiline in acciaio e la fontana non più funzionante. Per quanto riguarda le pensiline (24m di lunghezza per 3 di larghezza e alte 5m), verranno adibite al servizio di ricovero, noleggio e custodia delle biciclette. Per quanto riguarda invece la fontana, verrà trasformata in una struttura in acciaio e vetro adibita al servizio di accompagnamento e service con gestione da affidare ad un soggetto da reperirsi, a modalità da definirsi.
Al fine di garantire la sicurezza della sosta delle biciclette, la gestione della velostazione sarà essere predisposta anche per un’accessibilità controllata elettronicamente ed eventualmente dotata di sistemi di immagazzinamento automatico. Ad ogni modo, dovrà essere garantita l’unicità di accesso e prelievo della bici per evitarne il furto.

Gli interventi verranno affidati tramite appalto pubblico e dovrebbero essere completi entro la chiusura dei cantieri della nuova stazione.
La concretezza del progetto è provata dalla delibera di Giunta n.229 del 22 Dicembre che ha come oggetto la bozza di un apposito accordo di collaborazione tra il Comune e Ferrovienord. Tale accordo, impegna il Comune ad adempiere alla progettazione definitiva ed esecutiva, con l’ottenimento di tutte le autorizzazioni tecnico-amministrative necessarie, la realizzazione di tutte le opere edili, fornitura e messa in opera degli interventi, l’acquisto e la posa delle rastrelliere, la gestione degli interventi di propria competenza e la garanzia di non prevedere nessuna forma di pagamento per l’accesso alla velostazione. D’altra parte, Ferrovienord s’impegna a installare: videocamere collegate al sistema di videosorveglianza della stazione, il sistema d’accesso regolamentato dalle tessere “IoViaggio” e “Itinero” in linea con le altre velostazioni, help point posti agli ingresso per gestire le emergenze e le insegne della velostazione.

In questo accordo tra i due enti è allegato il presente regolamento d’uso della velostazione che riportiamo:
1) La velostazione è un parcheggio riservato alle biciclette, incustodito, videosorvegliato con accesso regolamentato tramite badge personale nominativo.
2) L’accesso al servizio è gratuito ed avviene attraverso la tessera regionale dei trasporti “IoViaggio” o la tessera “Itinero” previa apposita abilitazione mediante accesso sul sito internet Trenord.
3) La velostazione è ubicata su area esterna alla stazione, di proprietà del Comune di Paderno Dugnano. L’accesso è consentito 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.
4) Le biciclette dovranno essere posteggiate negli appositi spazi, assicurate con adeguati mezzi di sicurezza (catene, lucchetti, ecc.).
5) Sulle biciclette che risultino visibilmente abbandonate nella velostazione verrà posizionato un avviso di rimozione. Trascorsi 60 giorni dall’apposizione del cartello con il preavviso di rimozione, la stessa verrà rimossa e demolita.
6) Il furto o la manomissione delle biciclette depositate nelle velostazioni non comporterà alcuna responsabilità in capo a Ferrovienord o al Comune di Paderno Dugnano.
7) Eventuali furti o manomissioni dovranno essere denunciati da parte dell’interessato alle Forze dell’Ordine entro 24 ore dall’accaduto. Essendo la velostazione video sorvegliata sarà facoltà delle Forze dell’Ordine richiedere eventualmente copia delle registrazioni video per favorire le attività di indagine. A tal fine si avvisa che le copie della video sorveglianza sono consentite da Ferrovienord per 7 giorni trascorsi i quali, in mancanza di richieste, saranno cancellate.
8) Ferrovienord si riserva la facoltà di verificare e trasmettere all’autorità preposta registrazioni di atti contro il patrimonio o furti perpetrati all’interno delle velostazioni.

Alla velostazione può essere affiancata e integrata una ciclofficina da intendersi non solo come spazio per la manutenzione, ma anche come luogo di aggregazione sociale dove poter svolgere anche incontri e scambi culturali tra chi usa la bicicletta come mezzo di trasporto, per trasmettere soprattutto tra i giovani l’importanza dell’attenzione per l’ambiente e, contemporaneamente, la capacità della bicicletta di contribuire alla loro autonomia e libertà.

Ci auguriamo che questo progetto possa essere l’occasione di restituire una rinnovata urbanità alla Piazza Berlinguer e che gradualmente possa divenire il perno della mobilità sostenibile a Paderno Dugnano.

 

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*