“SGUARDI URBANI”: PIAZZA HIROSHIMA

, , 1 Commento

piazza hiroshima goo ear Per questo primo appuntamento con la nostra nuova rubrica “Sguardi Urbani“, andiamo a posizionarci nel quartiere di Palazzolo per occuparci di uno degli spazi pubblici più nevralgici della frazione: Piazza Hiroshima.

Iniziamo dalla sua collocazione geografica, dicendo che si trova nelle vicinanze della stazione ferroviaria – tra Via Monte Sabotino e Via Bolivia – ed è nota a tutti i palazzolesi per essere la “piazza delle medie”, proprio perché è presente la scuola media primaria “Don Minzoni”.
Si tratta di uno spazio abbastanza ampio che svolge molte funzioni, in primis quella di parcheggio per le auto dei genitori che portano i propri figli a scuola o di chi si deve recare nella farmacia contigua. È da prendere in considerazione, che in Piazza Hiroshima vi sono fermate di varie linee di autobus ed anzi, per alcune di queste tratte, questo luogo rappresenta anche il capolinea, con tanto di banchina e pensilina.

Insomma, tutte queste caratteristiche, usi e funzioni fanno di Piazza Hiroshima uno spazio pubblico molto frenetico, forse il più movimentato di Palazzolo, anche perché troviamo al suo interno dei servizi fondamentali per il cittadino: scuola e trasporto pubblico.

CONTINUA

Nella piazza è presente anche il monumento ai Caduti palazzolesi della Prima e Seconda Guerra Mondiale.
La lapide venne inizialmente affissa all’interno della Chiesa Parrocchiale nel 1931 fino al 1982, quando l’Associazione Combattenti e Reduci di Palazzolo realizzò nella piazza in questione il nuovo monumento.
Purtroppo la lapide è spesso “nascosta” dalle auto che vi parcheggiano davanti e forse, in questo modo, non le si da il giusto rispetto e attenzione.
Magari si potrebbe ampliare di poco la parte pedonale, per darle una maggiore visibilità e anche per distribuire uno spazio migliore durante le varie manifestazioni di commemorazione.

Ma Piazza Hiroshima può essere definita anche un luogo di aggregazione durante il tempo libero?
Certamente! Durante la varie feste del paese, infatti, la piazza ha avuto e ha un ruolo fondamentale per la buona riuscita di eventi popolari graditi alla cittadinanza, anche perché data la sua ampiezza, negli anni si sono potute vedere: piste da ballo, raduni, gonfiabili per bambini, tendoni per concerti e sagre e quant’altro.

Nei giorni normali e non di festa, possiamo invece ugualmente considerarla come un luogo di ritrovo?
A tutti gli effetti, possiamo annoverare come elementi di arredo urbano le panchine di fronte alla scuola media, le quali, purtroppo, risultano deturpate e di sicuro non sono per niente decorose; quindi come luogo dove “fare piazza” non risulta di massimo gradimento, anche perché il resto dell’area è tutto viabilistico.
Tuttavia, durante la sera, Piazza Hiroshima è il contrario di ciò che vediamo durante il giorno, apparendo come un luogo isolato, così come tutta la zona di Palazzolo. Questo però, è un problema che riguarda la maggior parte degli spazi pubblici dell’hinterland e cercheremo di discuterne nelle prossime occasioni.

Un’ultima criticità presente in piaza riguarda la qualità dell’asfalto che continua a sgretolarsi, con la seguente formazione di buche e pozze d’acqua, ogniqualvolta comincia a piovere forte. Questo è un problema assolutamente da risolvere dato il continuo via vai di automobili e autobus.

In sintesi, Piazza Hiroshima risulta uno spazio pubblico molto importante per le funzioni sociali che presenta.
Dimostra qualche difetto, ma, a giudicare dalla foto generale, il tutto si potrebbe perfettamente risolvere in modo tale da migliorarne anche la sua qualità urbana.

 

Una Risposta

  1. avatar pierino favrin

    03/23/2012, 11:18 am

    La piazza è anche caratterizzata da una teca collocata nel monumento ai caduti,contenente una pietra proveniente appunto da Hiroschima,per volontà dell’inesauribile Cav. Luciano Rimoldi.
    Alla cerimonia era presente un’ importante personalità giapponese.
    I miei ricordi non sono precisi,per ulteriori informazioni potete rivolgerVi al Cav.Luciano Rimoldi
    pierino favrin

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*