SICUREZZA INFORMATICA, ALCUNI UTILI CONSIGLI

, , Lascia un commento

Laptop_Sicherheit La sicurezza informatica è un problema all’ordine del giorno per un gran numero di persone, dal semplice utente che utilizza la rete per navigare, all’esperto sistemista di una grande azienda.

Ecco perché non è un discorso semplice da affrontare nella sua interezza, ma per il quale esistono una serie di utili consigli che possono aiutare a muoversi online evitando passi falsi, difendendo la propria privacy ed evitando attacchi hacker via web.
Ovviamente, come dico sempre, molto sta al buon senso del singolo individuo e per quello non c’è un manuale da seguire, se non un minimo di criterio personale; non esiste un software o una connessione che possa proteggerci al 100%: l’unico computer sicuro è quello che non accede ad internet.

Impariamo a difenderci

  • non fidatevi mai troppo degli sconosciuti che si incontrano online (soprattutto nei forum o nelle chat) ed utilizzate la vostra reale identità solo con persone di assoluta fiducia;
  • memorizzate le vostre password a mente, senza dover ricorrere ai post-it o a programmi informatici facilmente attaccabili;
  • non utilizzate mai i vostri dati per la registrazione nei servizi web poco conosciuti o non certificati da un ente preposto, ma inventatene sempre di nuovi per ogni registrazione.

Se poi vogliamo arrivare all’esagerazione, per chi fosse estremamente incline alla paranoia da spionaggio informatico o per esser certi di rendere inaccessibili file privati o segreti, si potrebbe anche:

  • utilizzare un computer portatile per navigare sul web ed un altro per lavorare;
  • coprire con un pezzettino di nastro isolante la fotocamera frontale dello smartphone o del computer portatile, onde evitare di poter essere fotografati via remoto, attraverso un programma apposito;
  • togliere batteria e SIM dal cellulare, per essere certi di essere irreperibili e irrintracciabili.

Pensate che soprattutto questi ultimi punti siano eccessivi? Pensate che sia impossibile entrare nell’intimità di casa vostra attraverso il computer?
Continuate a leggere…

Per chi pensa che sia fantascienza utilizzare la fotocamera o webcam connessa al computer per spiare il prossimo, sappia che nel web è infatti possibile trovare moltissimi malware che permettono di accedere a smartphone di conoscenti o perfetti sconosciuti e utilizzarli per tenere sotto controllo i movimenti e le abitudini del malcapitato.
Grazie al sistema “Sigint” sviluppato dalla NSA (USA National Security Agency) e agli accordi stile “Grande Fratello” messi in atto fra i colossi dell’informatica (come Google, Microsoft, Facebook), non esistono confini o limiti di sorta allo spionaggio informatico.

Non si tratta solamente di agenzie governative o softwarehouse (che dispongono ovviamente di cervelli e risorse fuori norma), ma anche del vicino di casa curioso e con qualche turba sessuale che magari vuole accedere alla vostra webcam per spiarvi nell’intimità.
Certo, le conoscenze informatiche devono essere eccellenti e questo tipo di attività non si accostano ad un utente medio, ma fin troppe volte si sente di persone che lasciano la rete wireless (o wi-fi) aperta a tutti, senza un minimo livello di sicurezza.
Questi errori sono alla base per far sì che l’hacker di turno possa trovare una porta aperta, che può così utilizzare (senza troppi problemi) la vostra attrezzatura casalinga per compiere atti di pirateria informatica anche di alto livello.

Senza contare che quando andiamo in rete non siamo per nulla anonimi, anche se in molti pensano ancora che il monitor ci possa nascondere e che sia una calda coperta nella quale potersi girare.
La verità è che ogni accesso ad un sito internet, ogni parola cercata su un motore di ricerca, ogni volta che scarichiamo anche una semplice email o banalmente accendiamo il cellulare, lasciamo una traccia evidente del nostro passaggio, che persone esperte sanno individuare ed interpretare.

Se volete privacy e sicurezza totale al giorno d’oggi, ora sapete che non esiste, ma grazie a questi semplici consigli siete anche in grado di difendervi, per quanto sia possibile farlo.

 

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*