“UNO SGUARDO IN SALA”, IL FILM DEL WEEKEND: JURASSIC WORLD

, , 1 Commento

Jurassic WorldCinema Le Giraffe:
Sabato 20/06: 14.15; 14.40; 16.00; 17.00; 17.20; 18.30; 20.15; 21.20; 22.30; 22.45; 23.45;
Domenica 21/06: 11.00; 14.15; 14.40; 16.00; 17.00; 17.20; 18.30; 20.15; 21.20; 22.30; 22.45;

3D
Sabato 20/06: 14.00; 16.30; 19.30; 22.30;
Domenica 21/06: 10.30; 14.00; 16.30; 19.30; 22.30;

Cinema Plinius Milano:
Sabato 20/06: 15.30; 16.00; 17.50; 19.00; 20.20; 21.30; 22.30;
Domenica 21/06: 15.30; 16.00; 17.50; 19.00; 20.20; 21.30; 22.30;

Sembra proprio che il 2015 sia l’anno dei grandi ritorni: poco tempo fa abbiamo visto il terzo episodio della saga Mad Max e, mentre attendiamo con trepidazione il debutto della terza trilogia di Star Wars, ecco riapparire sugli schermi i dinosauri di Jurassic Park. A ventidue anni dal suo esordio, Jurassic World di Colin Trevorrov è infatti il quarto film della serie.

Dopo ventidue anni, il mondo ha quasi dimenticato i tragici fatti di Jurassic Park, e il progetto di John Hammond è diventato una realtà accettata e conosciuta da tutti: un gigantesco parco divertimenti su un’isola, in cui è possibile osservare in completa sicurezza anche il temibile T-Rex. Ma per i gestori del parco non è abbastanza: decidono quindi di creare in laboratorio una versione ancora più spaventosa del terribile predatore, l’Indominus Rex. Il nuovo dinosauro è anche straordinariamente intelligente, e scatenerà il caos su Isla Nublar.

L’eroe del film, interpretato da Chris Pratt, è l’addestratore di velociraptor Owen Grady, contrapposto al personaggio di Vincent D’Onofrio: il “palla di lardo” di Full Metal Jacket riveste i panni di uno spietato guerrafondaio, che vorrebbe utilizzare i dinosauri per scopi militari. Owen è inoltre l’unico personaggio ben caratterizzato e abbastanza carismatico, mentre tutti gli altri appaiono piuttosto caricaturali e poco incisivi. Poco convincente la zia in carriera Claire (Bryce Dallas Howard), troppo occupata per occuparsi dei nipoti Zach e Gray, che naturalmente si metteranno nei guai: ovviamente, qui interverrà Owen e tra lui e Claire scatterà la scintilla.

La trama è assolutamente scontata: in realtà, è piuttosto chiaro che l’intera opera rappresenti quasi esclusivamente una scusa per fare dello spettacolo, e bisogna dire che Colin Trevorrov lo fa piuttosto bene. Tra stormi di pterodattili e dinosauri marini mastodontici, Jurassic World si dimostra del tutto all’altezza sotto l’aspetto visivo, con effetti speciali per nulla deludenti. Anche se manca qualche colpo di scena, che avrebbe reso il film più emozionante, rimane un buon prodotto di intrattenimento, e probabilmente si tratta del sequel che si avvicina di più al primo indimenticabile episodio.

TI CONSIGLIAMO DI VEDERLO?
Sì, Jurassic World è un film che non riesce del tutto a riportare in vita la magia degli esordi, ma rimane un’opera visivamente spettacolare, che ci offre due ore di ottimi effetti speciali e solido intrattenimento.

SE TI PIACE, UN ALTRO FILM DA RISCOPRIRE:
Jurassic Park, Steven Spielberg, 1993

 

Una Risposta

  1. avatar Carmine

    08/23/2015, 06:08 pm

    D’accordissimo che il film possa fungere da mero intrattenimento a cervello spento, però bisogna anche considerare gli evitabili buchi di sceneggiatura e l’incapacità di dare spessore a una vicenda oramai deprivata di qualsiasi fattore novità.
    “Jurassic park” , film non esente da difetti, ha conquistato il pubblico mondiale grazie al fattore novità, la quale venne supportata da effetti speciali all’avanguardia.
    La gestione di CGI e animatronics e’ risultata vincente, ammaliando gli spettatori. Arrivati nel 2015, il pubblico e’ assuefatto da effetti speciali visivamente d’impatto, ma uno spettatore più smaliziato osserva contraddizioni e falle logiche ogni 10 minuti.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

(*) Obbligatorio, il tuo indirizzo Email non viene mostrato

Immagine CAPTCHA
*